Commenta

Pomì Casalmaggiore,
a Scandicci hai
trovato… l’Europa

pomi-braccia-esulta-ev

CASALMAGGIORE – Come quel programma Rai che andava di moda negli anni ’90: Europa Europa, occorreva rispondere al telefono per intascare il montepremi. E la Pomì Casalmaggiore domenica a Scandicci ha risposto: il terzo posto matematico in classifica consegna alle rosa la prima storica qualificazione alle Coppe Europee per la stagione 2015-2016, anche se al momento non si sa ancora a quale competizione Mazzanti e le sue ragazze potranno iscriversi. Champions League, Coppa Cev oppure Challenge Cup, in questo ordine di importanza, con la certezza di essere ormai qualificata all’ultima di queste tre competizione e la prospettiva concreta di migliorare la scala gerarchica, peraltro con la chance di giocare sempre al PalaRadi, anche in caso di ritorno a Viadana, le partite europee.

Già, ma cosa dice il regolamento a proposito della qualificazione? I posti riservati alle italiane sono in tutto cinque. Alla Champions League passano la vincente dello Scudetto e la finalista dei playoff, dunque due team; alla Coppa Cev passano invece la vincente della Coppa Italia e la migliore piazzata in Regular Season, che non rientri in uno dei tre criteri sopra elencati. Anche qui, due posti a disposizione. In Challenge Cup, infine, passa la seconda migliore piazzata in Regular Season. Dunque, perché per la Pomì è matematicamente Europa? Perché il trionfo di Novara in Coppa Italia toglie di mezzo la capolista della massima serie nel gioco della qualificazione, a prescindere dal fatto che la corazzata di Pedullà rimane la favorita per la lotta Scudetto. In questo puzzle, prima della Pomì, c’è soltanto Modena. Dunque nel caso peggiore possibile, dunque se Novara e Modena dovessero fallire la scalata alla finale Scudetto e anche la Pomì si fermasse al massimo in semifinale – detto tra noi, un caso più unico che raro – Casalmaggiore con il terzo posto sarebbe comunque certa di giocare in Challenge Cup con il quinto posto utile.

Dopo di che, basta che una tra Novara e Modena finisca in finale playoff per godersi la vetrina della Coppa Cev. Certo, se poi in quell’atto conclusivo che decreta lo Scudetto dovesse finire proprio la Pomì, allora parleremmo di Champions League. Grandi sogni, ma anche una realtà bellissima: al suo terzo anno in massima serie, Casalmaggiore assaggerà una delle tre rassegne continentali. Quando si dice bruciare le tappe…

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti