Commenta

Calcio, è derby
time a Rivarolo
Psg, è big match

gol-derby_ev

Un derby, un paio di incroci salvezza disegnati come scontri diretti e tante sfide contro le big dei vari gironi. E’ una domenica di passione quella che attende le formazione calcistiche del comprensorio Oglio Po. Alcune compagini sono chiamate a completare un tour de force partito domenica scorsa e proseguito mercoledì con il turno di recupero.

E’ il caso di Casalese e Viadana in Emilia Romagna. I biancocelesti, nel girone A, con Corbari hanno ottenuto 4 punti nelle ultime due sfide, risollevandosi in particolare nel recupero di Sarmato, dove con un ko sarebbero stati praticamente retrocessi e invece con l’1-1 sono rimasti in gioco. Non è cambiato nulla: tocca rosicchiare 3 punti proprio alla Sarmatese per poter giocare i playout, oppure superare il Rottofreno attualmente a +2 per disputare uno spareggio salvezza più comodo e “ravvicinato”. La sfida di oggi non è affatto semplice contro il Valtidone, quinto in classifica ma attualmente fuori dai playoff, per lo stesso identico problema della Casalese: deve “mangiare” almeno 3 punti al Nibbiano, attualmente a +9.

Diversa è l’opportunità offerta dal calendario al Viadana: dopo avere perso malamente in casa del Concordia mercoledì, la squadra di Angelo Boni prova a riconnettersi con la vittoria nel teatro che preferisce, quello di casa: la sfida contro il Real Panaro, che pure vinse 2-0 l’andata (dunque, attenzione!), consente di fare qualche calcolo in positivo anche se i playoff sembrano molto più lontani, specie per l’assenza di continuità dei gialloblu. Il quinto posto dista 5 punti, il secondo 6, ma serve non sbagliare più le cosiddette occasioni facili. Come quella odierna.

Scoppia di salute, invece, il Psg, che vincendo il derby cremonese in casa del Castello Ostiano si è portato in salvo dopo tanti tentativi frustrati da troppi pareggi: i blaugrana hanno infatti superato i cugini e anche il Porto 2005, ma per difendere quel preziosissimo punto di vantaggio devono oggi fare risultato in casa del San Lazzaro, secondo in classifica e per molte settimane alla pari con la capolista Vighenzi (che però ha attualmente preso il largo a +7). Partita difficile, anche se Maglia ha già dimostrato di sapere imbrigliare le grandi.

Il derby arriva in Seconda categoria e si gioca a Rivarolo: contro la Martelli i biancoverdi di Stanga inaugurano un ciclo di ferro fatto di scontri diretti, che prevede nell’ordine anche le partite contro Torrazzo (nel recupero) e Olmese. In attesa di poter fare calcoli, il Rivarolo deve recuperare una posizione, dopo essere rientrato nella forbice dei 9 punti dal Sesto 2010 secondo; dal canto suo la Martelli mira a riscattare l’ultima sconfitta e soprattutto il ko dell’andata, quando a Piadena i biancoverdi passarono per 2-1 con doppietta di Gandolfi. Per la Martelli vale lo stesso discorso (anche se Agazzi ha un punto in meno di Stanga), dunque il derby è una sfida playoff in piena regola. Uno scontro diretto, sempre nel girone I, è anche quello tra Gussola e Spinadesco: i casalaschi attualmente sono in salvo per un punto, ma hanno buttato troppe occasioni per godersi la tranquillità. Oggi, contro una formazione tutto sommato tranquilla (6 punti di vantaggio non sono pochi), è necessario vincere per respingere il probabile ennesimo assalto della Sospirese e restare fuori dai playout.

Nell’altro girone di Seconda che ci riguarda da vicino, quello mantovano (N) il Pomponesco può fare da ago della bilancia per l’alta classifica. La situazione lassù è infatti anomala, con due team, il Sarginesco e il Suzzara, che viaggiano a una velocità tale da poter tentare l’annullamento totale dei playoff. Chi tenta disperatamente di tenere testa è la Roverbellese, che oggi va a Pomponesco, appunto, contro la squadra di Galati in grande salute (10 punti nelle ultime 5 gare): fare risultato vorrebbe dire ipotecare finalmente una meritata salvezza. Traguardo che la Polisportiva Futura ha praticamente incamerato dopo l’1-0 di domenica scorsa al Rivalta: oggi i biancorossi devono respingere il prevedibile assalto del Sant’Egidio/San Pio X, team che prova ad uscire dal playout. Anche l’undici di Faglioni, che ha recuperato alcuni pezzi da novanta, è in buona forma e arriva da 3 gare senza gol subiti (e con 7 punti fatti). Perché non dare continuità alla crescita?

Nessun patema di classifica nemmeno per la Cannetese, che in Terza categoria Mantova girone A ospita la Sestese, squadra abituata a segnare e subire tanti gol: all’andata, giusto per rendere l’idea, finì 4-3 per il team di Sesto e Uniti; il ritorno, con le due squadre lontane dai rispettivi obiettivi (la Sestese dista 7 punti dai playoff, troppi), potrebbe regalare un’altra partita da Totogol.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti