Commenta

Viadana, che cuore,
bloccato Mogliano
Playoff a due punti

rugby-mogliano_ev

Nella foto un’azione di gioco

Viadana e Mogliano impattano alla 14esima giornata di campionato dopo un confronto molto fisico ed una sfida che ha visto anche più fasi di gioco infrangersi contro la solidità delle due difese. Una meta per parte ed i calci di Gennari e Barraud confezionano un pareggio che ha strappato, al termine degli ottanta minuti di gioco, gli applausi dello Zaffanella. Federico Ruzza, premiato man of the match, è stato l’autore della meta viadanese che ha riequilibrato le sorti della sfida dopo la marcatura nel primo tempo dell’ala di Mogliano, Filippo Guarducci.

RUGBY VIADANA 1970-MARCHIOL MOGLIANO 13-13 (pt: 3-3)

Marcatori: p.t.: 7’ cp Barraud (0-3),  19’ cp Gennari (3-3); s.t.: 57’ cp Barraud (6-3), 60’ cp Gennari (6-6), 62’ m. Guarducci tr. Barraud (13-6), 80’+ m. Ruzza tr. Keanu Apperley (13-13).

Rugby Viadana 1970: Gennari (66’ Keanu Apperley); Buondonno, Pavan (74’ Manganiello), Quartaroli, Amadasi; McKinley, Travagli (43’ Khyam Apperley); Whitaker (66’ Gerosa), Andrea Denti, Du Plessis (40’ Monfrino); Ruzza, Pascu; Gamboa (70’ Cavallero), Santamaria (cap) (73’ Scalvi), Cenedese (64’ Lombardi). A disp.: Scalvi, Cavallero, Lombardi, Gerosa, Monfrino, Khyam Apperley, Keanu Apperley, Manganiello. all. Sue

Marchiol Mogliano: Van Zyl; Guarducci, Benvenuti (66’ E. Ceccato), Boni, Onori; Barraud, Semenzato; Filippucci (cap) (66’ Cornielli), Saccardo, Corazzi; Van Vuren (58’ Cicchinelli, Maso; Rouyet (57’ Kruger), Gega, Appiah ( 58’ A. Ceccato). A disp.: Ferraro, A. Ceccato, Kruger, Cicchinelli, Cornielli, E. Ceccato, Pavan, Sperandio. all. Properzi Curti

arb. Penné (Casalpusterlngo); g.d.l. Roscini di Milano e Laurenti di Bologna; quarto uomo: Poggipolini (Bologna)

Cartellini: 65’ (G) Quartaroli

Man of the match:  Federico Ruzza (Rugby Viadana 1970)
Calciatori: Gennari 2 su 3 (6 pt),  Keanu Apperley 1 su 1 (2 pt) (Rugby Viadana 1970), Barraud 3 su 3 drop 0 su 1 (8 pt) (Marchiol Mogliano);

Note: campo appesantito dalle piogge cadute nei giorni scorsi, giornata ventosa. Spettatori: 700 circa. Punti conquistati in classifica: Rugby Viadana 2, Mogliano 2.

CRONACA – Al 7’ minuto di gioco Mogliano costruisce la prima opportunità per smuovere il punteggio e Barraud la sfrutta calciando con precisione un penalty leggermente defilato sulla destra. Passano pochi minuti ed è Gennari ad emulare dalla piazzola il numero 10 francese ospite con un sinistro efficace che termina in mezzo all’acca avversaria per il temporaneo pareggio. Nei minuti successivi Viadana si trova a giocare quattro mischie negli ultimi cinque metri veneti con introduzione di Semenzato, dopo i primi reset i gialloneri aprono il gioco ma un in avanti nei pressi della linea di meta non concretizza la prima opportunità della gara per marcare. Sul capovolgimento di fronte è Barraud a trovare il varco, ma in extremis una francesina di Gennari mantiene in equilibrio la sfida. Mogliano continua a provarci, ma questa volta l’iniziativa si spegne sui punti d’incontro dove Du Plessis impone il tenuto al carrier veneto in un momento in cui Viadana si difende bene e riesce ad annullare lo sforzo prodotto dai bianco blu.

Seconda frazione di gioco che inizia con i veneti in proiezione offensiva e gialloneri che organizzano la linea di difesa in modo ordinato aggressivo non concedendo abbrivio all’offensiva di Mogliano. Confronto che continua mantenendosi in grande equilibrio con impatti abrasivi e punti d’incontro molto fisici. Sono ancora i due “piazzatori” ad incrementare lo score per le rispettive formazioni fino al 62’ quando Mogliano costruisce la superiorità al largo liberando la corsa del trequarti ala Guarducci che va a schiacciare l’ovale in meta rompendo di fatto l’equilibrio che aveva caratterizzato il match fino all’ultimo quarto di gara. Viadana non ci sta ed abbassa la testa, non diminuisce l’intensità e preme con maggiore insistenza fino alla termine degli ottanta minuti quando conquista un fallo in attacco con ancora il recupero da giocare, McKinley decide per la touche che viene ben gestita da Scalvi al lancio e da Gerosa in presa, la maul avanza ed è organizzata inizialmente, poi è Ruzza a trovare lo slancio per varcare la linea di gesso e riportare il match in equilibrio ripristinato anche nel punteggio dopo la trasformazione di Keanu Apperley.

REGAN SUE: “Sono due punti molto importanti quelli conquistati oggi perché contro c’era la formazione più brava di tutto il campionato nel gestire le fasi d’attacco. Sono contento per come abbiamo difeso, ma ancora di più nel vedere la voglia dei ragazzi di aiutarsi e la coesione del gruppo che non è venuta a mancare nemmeno nei momenti della stagione più difficili. Oggi la partita sarebbe potuta scivolare via dopo il cartellino giallo ed invece abbiamo mantenuto la freddezza ed abbiamo dimostrato grande lucidità.

ANDREA DENTI: “Tra i nostri punti di forza c’è il break down e nel complesso abbiamo gestito abbastanza bene queste situazioni di gioco, ma dobbiamo essere più continui e crescere ulteriormente. E’ una sfida che abbiamo preparato molto bene e che ci ha permesso di essere fiduciosi e confidenti nei nostri mezzi, credo infatti che siamo entrati in campo con la mentalità giusta. Alla fine penso che il risultato rispecchi l’equilibrio che si è visto in campo e questa prestazione, contro una delle squadre più forti del campionato, ci deve dare quella consapevolezza che ci porti ad affrontare chiunque a viso aperto”.

Alessandro Soragna

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti