Commenta

Elezioni al Consorzio
Agrario, la guida
passa alla Coldiretti

Nella foto, il Consorzio Agrario Provinciale

Il Consorzio Agrario Provinciale gira pagina. Perderà la tradizionale guida di Confagricoltura passando alla Coldiretti. Le debolezze e le difficoltà all’interno della Libera Associazione Agricoltori hanno segnato questa campagna elettorale che ha visto in campo due liste contrapposte, una della Libera e l’altra della Federazione Provinciale della Coltivatori Diretti guidata dal presidente Paolo Voltini. Evidentemente ha pesato il malessere tra gli agricoltori in dissenso con la linea Antonio Piva: l’associazione è ancora spaccata tra i pro e i contro, dopo la clamorosa esclusione dell’ex presidente dal Consiglio dell’Associazione, riconfermato però in extremis e a sorpresa alla Fiera. I cosiddetti “contras” (in dissenso con la linea della Libera a cui sono comunque iscritti) non hanno presentato una lista contrapposta a quella voluta dalla maggioranza che ha espresso Filippini. Questa ha candidato a presidente del Consorzio Danio Federici dopo l’abbandono di Ernesto Folli ma, evidentemente, il dissenso è andato allargandosi se, come sottolineano alla Coldiretti, la Federazione partiva sulla carta con almeno 150 voti complessivi in meno. Alla fine delle tre assemblee (quella del cremasco a Capralba, quella di Cremona tenutasi ieri in Fiera e l’ultima di oggi a Casalmaggiore in via Albarone) i risultati indicano la vittoria della Coldiretti con 63 delegati contro 58 della Libera. Insomma mancano all’appello molti voti di Confagricoltori nonostante i ripetuti richiami del presidente confederale Mario Guidi. I malumori, dunque, hanno contato più dell’appartenenza. Giovedì 30 aprile, a Cremona Fiere, l’assemblea generale eleggerà il nuovo consiglio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti