Commenta

Federici e Vinciguerra:
“Sanità da difendere,
Cittadella ok dai privati”

federici-vinciguerra_ev

Nella foto Federici e Vinciguerra

VIADANA – Tra i temi più sentiti in campagna elettorale vi è senza dubbio la Sanità, specie dopo l’allarme legato alla scure che a fasi alterne sembra sempre in procinto di arrivare da Regione Lombardia. A tal proposito il Pd di Viadana, nell’ambito delle attività di ‘costruzione’ del Programma, ha nominato come responsabile del gruppo di lavoro sulla sanità e sul sociale Vincenzo Vinciguerra, che ha coordinato gli incontri, ha incontrato associazioni e persone ed ha elaborato i contenuti poi inseriti nella stesura definitiva.

“In questi anni segnati dalla crisi, fatta di sacrifici e schiavi della spending review, in cui ad una forte crescita dei bisogni assistenziali dei meno abbienti è inversamente proporzionale alle poche risorse che a questo ambito vengono destinate” spiegano il candidato sindaco Pd Nicola Federici e lo stesso Vinciguerra “abbiamo deciso di concentrarci su tutte le nostre unità di cura residenziali e sulle cure domiciliari, consapevoli di non poter assolutamente non prescindere, di una sempre più necessaria sinergia con le altre amministrazioni, per avere un ruolo più pregnante per quanto riguarda la programmazione, le scelte strategiche e l’individuazione degli ambiti territoriali ottimali”.

Da qui i vari punti del programma elettorale del Pd viadanese in materia di Sanità e Sociale. “Lotta per mantenere operativo l’ospedale “Oglio-Po”, quale ospedale di territorio, dotato di pronto soccorso e letti per subacuti e servizio di pronta disponibilità h24 di radiologia, laboratori ed emoteca, ed intensificare le già esistenti convenzioni con la Croce Verde per i servizi di 118;

richiesta all’Azienda Ospedaliera “Carlo Poma”, del riordino dei posti letto nei presidi ospedalieri di Viadana, Bozzolo ed Asola, mettendo a disposizione i nostri 30 posti letto, attualmente gestiti da una società esterna, al fine di consolidare il numero minimo di posti letto nel nostro distretto;

potenzialmente della collaborazione con la Casa di Riposo, facendo particolare attenzione ai servizi offerti agli anziani da essa ospitati e alle loro famiglie;

attenzione alla nuova psichiatria concentrandoci sullo sviluppo e l’incremento di progetti territoriali che tocca anche le patologie non acute, attraverso il potenziamento della neuropsichiatria, dell’organico dei CPS e mediante l’inserimenti lavorativi protetti che dimostrino l’efficacia terapeutica per concluderemo con lo spostamento del CPS nella ex prefettura di Via Grossi;

promozione, attraverso un progetto a costo zero per il Comune e attraverso il finanziamento di privati, della nuova “Cittadella della Salute”, una struttura atta ad ospitare  medici specialistici e di base ma solo a patto del rispetto di 4 punti fondamentali che rendano questo polo sanitario un polo con fini pubblico-sociali come l’investimento a costo zero per il Comune, l’inserimento nel progetto di un Ambulatorio a Cicognara a disposizione dei medici di base, la farmacia comunale convenzionata con affitto gratuito posizionata vicino alla struttura; le visite specialistiche convenzionate con CUP in modo da offrire servizi anche alle persone meno abbienti”.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti