Commenta

Bozzolo, addio
polemico di Boni: “Su
di me tante calunnie”

consiglio-comunale-bozzolo_ev

Nella foto un momento del consiglio di Bozzolo

BOZZOLO – Pesante dichiarazione da parte della segretaria comunale Livia Boni in apertura di assemblea mercoledì sera a Bozzolo. Senza fare nomi la funzionaria ha in sostanza voluto togliersi un sassolino dalla scarpa, scrollandosi di dosso le accuse ricadutele addosso per supposti errori o dimenticanze nell’esercizio delle sue funzioni. “Non sono venuta qua per difendermi da calunnie e falsità, tutte cose che non mi appartengono, ma solo per dire che questo è il mio ultimo Consiglio comunale a Bozzolo”. Questo in sintesi l’annuncio che Livia Boni ha fatto mercoledì sera chiedendo la parola in apertura dell’assemblea.

In sostanza con quelle dichiarazioni la funzionaria ha reso pubbliche quelle che sin’ora erano state indiscrezioni riguardo la sua presa di posizione a proposito della arcinota questione della ineleggibilità da parte del primo cittadino, dato che Giuseppe Torchio non si sarebbe dimesso da consigliere di Spineda in tempo utile per candidarsi a sindaco di Bozzolo. Livia Boni ha anche aggiunto che credendo molto nel progetto dell’Unione dei comuni continuerà a svolgere servizio per Foedus se gli altri comuni dovessero manifestarle ancora fiducia confermandole l’incarico. Nessuno dei componenti l’assemblea ha battuto ciglio anche se adesso si proporrà la necessità di trovare un nuovo segretario comunale.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti