Commenta

Corso Trail Running
in salsa casalese
Visioli tra i coach

visioli-trail_ev

Nella foto due momenti del corso e Andrea Visioli alle prese con una cartina

CASALMAGGIORE – Si sta svolgendo alle pendici dell’Appennino emiliano in territorio reggiano il corso di 1Livello di Tecnico di Trail Running, promosso dalla Federazione Italiana Skyrunning (FISky). Un appuntamento che parla anche Casalasco, vista la partecipazione di Andrea Visioli, già organizzatore di Eridano Adventure. Proprio Visioli, maestro federale, è il referente in loco per la FISO, chiamato a sviluppare i rapporti con la FISky, in quanto riconosciuto organizzatore non solo di manifestazioni di Orientamento ma specifiche di Trail.

In base alla recente convenzione FISO-FISky valevole per il 2015-16 col fine di migliorare la libera partecipazione degli atleti alle reciproche attività, il corso prevede serate dedicate alla corsa e pratica dello Sport dell’Orientamento, con infarinatura generale sull’utilizzo della mappa e della bussola, sia a livello teorico che pratico.

Da argomenti tecnici quali l’abbigliamento con Fabrizio Galassini, alle varie situazioni Meteo con Stefano Ovi, ai passaggi pericolosi con e senza utilizzo di cordino, alla prima uscita outdoor con Fabio Lasagni; dalla psicosi e paura delle vertigini che si superano con allenamenti più frequenti proprio sui passaggi pericolosi fatti con la lentezza dei principianti e con le dovute precauzioni, all’analisi a tavolino della tracciatura in sicurezza delle gare off road di Trail Running.

Proprio la convenzione tra le due Federazioni prevede la promozione di iniziative culturali e di reciproco interesse come questa, con il coinvolgimento allargato in corsi di formazione destinati a dirigenti, tecnici ed atleti. L’uscita tecnica serale-notturna sul recente impianto cartografico FISO di Vezzano sul Crostolo è stata sviluppata nella pratica dal già campione italiano master FISO Roberto Mattioli, Consigliere Nazionale in carica per la FISky.

“Sapere correre in montagna con la dovuta conoscenza delle problematiche che possono avvenire sul percorso e come risolverle – spiega Visioli – sviluppa il bagaglio del grande vantaggio della sicurezza, ovvero l’ottica ed il motore dell’intero Corso rivolto certo agli atleti, ma primariamente agli organizzatori delle gare di TRAIL, disciplina in sviluppo esponenziale: una Federazione la FISky che deve fare i conti con la partecipazione sempre maggiore di atleti, anche meno esperti ed i tanti neofiti che si avvicinano al piacere delle gare off road”.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti