Commenta

Don Vincenzo Grossi,
altro passo verso
la canonizzazione

don-grossi-ev

Dal sito della Diocesi di Cremona

VICOBELLIGNANO (CASALMAGGIORE) – Nuova importate tappa dell’iter verso la canonizzazione del beato cremonese don Vincenzo Grossi, parroco di Vicobellignano dal 1883 al 1917, anno in cui morì. Nella giornata di martedì 5 maggio il Santo Padre Francesco ha autorizzato la Congregazione delle Cause dei Santi a promulgare il decreto riguardante un miracolo attribuito all’intercessione del Beato. Si tratta di una guarigione avvenuta 25 anni fa a Pizzighettone, paese natale del beato Grossi. La notizia è stata ufficializzata mercoledì 6 maggio dalla Santa Sede, che ha dato notizia dell’udienza privata concessa nel pomeriggio di martedì 5 maggio da Papa Francesco al card. Angelo Amato, prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi. Proprio in quella occasione il Pontefice ha autorizzato la Congregazione a promulgare il decreto riguardante un miracolo attribuito all’intercessione del Beato Vincenzo Grossi, sacerdote della diocesi di Cremona nato a Pizzighettone il 9 marzo 1845 e morto a Vicobellignano il 7 novembre 1917 dopo aver fondato l’Istituto delle Figlie dell’Oratorio.

La promulgazione di questo decreto rappresenta una delle ultime tappe del processo di canonizzazione di don Grossi, beatificato da papa Paolo VI il primo novembre dell’Anno Santo 1975. Proprio in merito a questa guarigione tre anni fa il Tribunale ecclesiastico di Cremona era stato incaricato della raccolta delle prove. “Il fatto – ricorda madre Marilena Borsotti, superiora generale delle Figlie dell’Oratorio – riguarda una bambina di due mesi di Pizzighettone affetta da una grave malattia ematica. Elemento risolutivo avrebbe potuto essere solo il trapianto di midollo, ma nessun familiare è risultato compatibile. Mentre la bambina era sostenuta con trasfusioni e trattamenti palliativi, una nostra suora invitò a pregare il beato Vincenzo. I familiari iniziarono a pregare insistentemente e dopo un certo periodo la bambina risultò guarita. Oggi ha 25 anni e sta bene: quella patologia non si è più manifestata”. Ora l’attenzione va al prossimo Concistoro per alcune cause di canonizzazione, in agenda il 27 giugno, quando potrebbe arrivare la tanto attesa data della canonizzazione di don Vincenzo Grossi.

 

© Riproduzione riservata
Commenti