Commenta

Tutti pazzi per
la Pomì: esodo a Novara
e sold-out al PalaRadi

coda palaradi-ev

Nella foto, la coda al PalaRadi

CASALMAGGIORE/CREMONA – Imperversa la Pomì mania e si registrano file interminabili alle biglietterie del Pala Radi di Cremona e al Pala Baslenga di Casalmaggiore per la prevendita dei biglietti di gara quattro in programma martedì 12 alle ore 20,45 e che potrebbe assegnare lo scudetto. Impressionante la fila registratasi davanti al botteghino dell’impianto cremonese nel pomeriggio di giovedì e che ha costretto la società a sospendere la prevendita online e quella prevista domenica nel capoluogo cremonese e in quello casalasco. Di fatto si va verso un altro sold-out dopo quello fatto registrare in occasione della prevendita di gara due. La formazione rosa, nel frattempo, è agli sgoccioli della fase di preparazione del match che domani alle 20,30 la vedrà di scena al Pala Terdoppio di Novara per gara tre contro l’Igor Gorgonzola. Un match che arriva sulla situazione di una vittoria per parte, con la formazione di Luciano Pedullà capace di imporsi nel primo atto della sfida al quinto set e quella di Davide Mazzanti abile a restituire il favore in quattro set in gara due. Una contesa, quella tra piemontese e lombarde che sta appassionando tutta l’Italia e sta regalando match spettacolari e combattuti. Si preannuncia un clima incandescente nel palazzetto novarese dove i tifosi locali stanno preparando coreografie e un clima festante per rispondere ai colori e al tifo assordante andato in scena martedì scorso al Pala Radi di Cremona. La Pomì Casalmaggiore ha sostenuto ieri una seduta di tecnica e nel pomeriggio odierno dopo l’allenamento programmato, verso le 18,00 partirà alla volta di Novara. Valentina Tirozzi parla del clima che si respira in squadra. “Ci apprestiamo a vivere il terzo atto di finale scudetto – commenta la capitana rosa – con la consapevolezza di poter dare nuovamente fastidio ad un avversario di grande levatura. C’è la giusta concentrazione e la squadra mi sembra aver recuperato le energie dopo la battaglia di martedì. Dal mio punto di vista penso che l’opportunità di giocare una finale scudetto sia quanto di meglio una giocatrice possa desiderare nella propria carriera ed è per questo che sto cercando di godermi a pieno ogni momento, ogni allenamento , ogni pre-gara, senza lasciare troppo spazio a pressioni o paure per quanto legittime possano essere. L’entusiasmo è l’elemento che ha sempre contraddistinto la nostra squadra e non vogliamo certo snaturarci proprio ora”. Alessia Gennari, come Tirozzi alla prima finale scudetto, commenta così: “Ci accingiamo a rilanciare la sfida ad una squadra che abbiamo capito di poter ostacolare validamente. Siamo convinte di poter continuare ad ottenere il meglio da noi stesse, sicuramente Novara abbina alla propria tecnica una elevata fisicità ma la Pomì dal punto di vista tecnico non è da meno e può contare su una coesione ed una forza del gruppo che le ha sempre permesso di risollevarsi anche quando messa spalle al muro”. “Ho ancora negli occhi la sconfitta nella finale della scorsa stagione con Busto – spiega Marika Bianchini – e voglio che questa volta vada diversamente. La Pomì nonostante lo stop in gara uno ha alzato nuovamente l’asticella a confermare che dispone di energie e risorse incredibili. Se insomma un treno è passato a Novara, siamo salite sul secondo ed ora vediamo di restarci saldamente sopra”. “Di finali ne ho vissute tante – commenta Serena Ortolani – ma è sempre un’emozione nuova e diversa. Quest’anno poi c’è anche quel pizzico di rivalsa perché nessuno considerava la Pomì, pur inserendola nelle formazioni più accreditate della stagione, in grado di approdare alla finale scudetto, nessuno tranne noi giocatrici che abbiamo lavorato sodo dall’inizio, siamo andate crescendo durante tutta la stagione e possiamo ancora salire un ulteriore gradino. Siamo in corsa e vogliamo restarci sino alla fine”. Si preannuncia un buon seguito di tifosi rosa in quel di Novara, il gruppo dei novbcnoparty ha organizzato un pullman con 64 posti disponibili praticamente quasi esaurito, in partenza domani dal Pala Baslenga di Casalmaggiore alle ore 16,00 e facente tappa al Pala Radi di Cremona alle 16,30. Pochi i posti rimasti, chi fosse intenzionato può telefonare al numero 338/6318255. Ai tifosi che raggiungeranno la città piemontese in pullman si aggiungeranno tanti altri supporters che utilizzeranno mezzi propri per un esodo di massa senza precedenti per una formazione di volley in territorio cremonese.

Squadre

Igor Gorgonzola: 1 Partecio, 2 Klineman, 5 Kim, 7 Guiggi, 9 Bonifacio, 10 Chirichella, 11 Sandonna, 12 Alberti, 13 Signorile, 15 Hill, 17 Barun, 18 Zanette. All.: Pedullà. II All.: Adami

Pomì: 1 Ortolani, 3 Skorupa, 4 Bianchini, 5 Sirressi, 6 Gennari, 7 Quiligotti, 8 Gibbemeyer, 9 Agrifoglio, 10 Klimovich, 15 Stevanovic, 16 Tirozzi. All.: Mazzanti. II All.: Bolzoni

Arbitri

Diego Pol e Daniele Zucca

Biglietti

Parterre intero: 15,00 euro – ridotto 12,00 euro

Gradinata intera: 10,00 euro  – ridotto 5,00 euro

Ridotto: over 65, militari e forze dell’ordine (previo presentazione del cartellino) e per i ragazzi nati dopo il 01/01/1999 (previo esibizione di un documento di riconoscimento)

Ingresso omaggio per la fascia 0-6 anni

Media

Diretta Rai Sport 1, differita su Cremona 1 (canale 211 dt) domenica 10 Maggio alle ore 20,30, aggiornamenti in tempo reale sulla pagina facebook della VBC

Mauro Vigna

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti