Commenta

Incidente Bozzolo,
Torchio a Pastacci:
“Interventi subito”

incidente-bozzolo_ev

Nella foto la scena dell’incidente a Bozzolo

BOZZOLO – Non sono passate neppure due ore dall’incidente che ha colpito la comunità di Bozzolo, con una bimba di 8 anni in gravi condizioni dopo l’investimento, che il sindaco Giuseppe Torchio ha subito scritto ad Alessandro Pastacci, presidente della Provincia di Mantova, per chiedere un intervento urgente sulla ex Statale 10, ora gestita dall’ente provinciale.

“Ho ben presente – scrive il primo cittadino a Pastacci – le difficoltà di intervento sulla manutenzione delle strade provinciali, ben indicato nella tua recente nota. Dall’asfaltatura del primo tratto della ex S.S.10 “Padana Inferiore” nel tratto tra il confine provinciale di Cremona ed il ponte sull’Oglio per Marcaria stiamo attendendo l’intervento dell’ufficio segnaletica stradale, anche per riattivare il lampeggiante e l’indicatore di velocità, installato dall’amministrazione Fontanili in prossimità della Badia, per rimettere le indicazioni all’aiuola di via Cremona, divelti da un incidente di due anni fa e da cui non si desume nemmeno l’esistenza dell’ospedale e della stessa stazione ferroviaria”.

“Come detto – prosegue Torchio – fino a due anni fa c’era un indicatore di velocità installato dalla Provincia all’ingresso del territorio provinciale, poco dopo il distributore della Badia.  Ora non si accende più né indicatore, né lampeggiante. Per quanto riguarda la segnaletica dell’incrocio di via Tezzoglio, dopo un tratto di strada provinciale in condizioni disastrose ed oggetto di ben cinque segnalazioni, su trova in condizioni pietose con le indicazioni illeggibili. Abbiamo provveduto direttamente come Comune allo sfalcio delle rotatorie e degli innesti stradali provinciali ma non possiamo intervenire sugli assi stradali di competenza provinciale a livello di manutenzione viabilistica in quanto non é compito di istituto”.

Da qui l’invito di Torchio ad accelerare i tempi, anche per evitare altri gravi incidenti come quello di mercoledì. “É quindi necessario che il Governo eviti di fare lo struzzo e finanzi le spese connesse alla realizzazione dei servizi essenziali come la viabilità e la segnaletica stradale. Per il momento chiediamo in maniera urgente ed indifferibile il limite di velocità ‎dei 70 chilometri orari dalla Badia e fino all’innesto di via Cremona, attraverso ordinanza da parte del Presidente della Provincia. É necessario intervenire anche per prevenire ulteriori gravi incidenti dopo i fatti odierni che hanno colpito la nostra comunità”.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti