Commenta

Pomì, salutano in cinque
E per la panchina
spunta Angelo Vercesi

pomì-fine-giochi_ev

Nella foto, il rompete le righe in Baslenga

CASALMAGGIORE – Lo scudetto, il primo della provincia di Cremona, adesso è entrato anche nella sede sociale della Baslenga di Casalmaggiore, dove resterà affrescato sulle pareti per sempre. Mercoledì durante una sessione di lavoro durata alcune ore Rosa Nolli, restauratrice di Solarolo Rainerio, ha dipinto accanto al nome del Main Sponsor anche il tricolore contornato d’oro che rappresenta l’alloro dei campioni. Gli Scudetti in realtà sono due: accanto a quello più grande anche un affresco più piccolo contornato però dagli autografi che le protagoniste della cavalcata tricolore, assieme a Davide Mazzanti, hanno regalato alla società come ultima firma, letteralmente, di un sogno. Mercoledì sera poi la squadra ha festeggiato il rompete le righe con una cena di gruppo che ha riunito tutti, dai volontari, ai dirigenti alla presidenza alle giocatrici. Mazzanti, fresco di nuovo taglio di capelli, non ha nascosto la commozione durante l’ultimo saluto a quella che è stata la squadra del suo rilancio personale. Tante lacrime, di gioia, e tanti sorrisi per un raduno finale iniziato alle 19 e durato circa 40 minuti, stretti nella segretezza della sede sociale, dove tutti oggi, anche con qualche battuta goliardica, continuano a godersi il tricolore.

Intanto però impazza il mercato: stamattina Loren Gibbemeyer, presente non direttamente ma per interposta persona con il suo agente, ha manifestato l’interesse a restare a Casalmaggiore un altro anno, spegnendo le voci di mercato. C’è l’accordo economico tra le parti, manca solo l’ufficialità: la conferma salterà solo se la Pomì cercherà un’altra straniera. Per ora, infatti, le straniere sono due, Gibbemeyer appunto e Jovana Stevanovic, che la società vorrebbe trattenere. Dopo l’addio di Katarzyna Skorupa e Serena Ortolani, nella giornata di giovedì hanno salutato ufficialmente anche Geraldina Quiligotti, Beatrice Agrifoglio e Vera Klimovich, altra straniera, meritevoli di giocare con continuità, ma lontano da Casalmaggiore. E mentre nel ruolo di opposto potrebbe arrivare Lisa Van Hecke, anche se la società per ora smentisce (reazione di rito), il capitolo più pressante è quello dell’allenatore. Non solo Carlo Parisi o Massimo Barbolini, quest’ultimo ex ct della Nazionale Italiana e oggi tecnico del Galatasaray e della nazionale turca, nomi di sicuro rilievo. L’ultima novità riguarda un interessamento per Angelo Vercesi, brasiliano, reduce dall’esperienza a Forlì, ma scudettato tre volte, dal 2008 al 2010, a Pesaro. La Pomì conosce Vercesi e Vercesi conosce la Pomì, anche perché è il fidanzato di Vera Klimovich. Ma al di là del gossip questa rimane un’ulteriore opzione. Insomma lo Scudetto è appena arrivato, ma non c’è quasi nemmeno il tempo per godersi i festeggiamenti.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti