Commenta

Andos Oglio Po ha
una nuova sede: giunta
concede Casa Mutilato

casa-mutilato_ev

Nella foto la Casa del Mutilato, nuova sede Andos

CASALMAGGIORE – L’Andos Oglio Po ha una nuova sede a Casalmaggiore. La benemerita associazione delle Donne Operate al Seno, che da 22 anni opera nel territorio comprensoriale dopo la fondazione avvenuta nel 1993 a Viadana, avrà infatti uno spazio, concesso in comodato d’uso gratuito dal comune, all’interno dei locali della Casa del Mutilato di via Bixio. Una novità certificata nella mattinata di sabato dalla riunione di giunta comunale a Casalmaggiore alle ore 10, quando il punto è stato sottoposto dal sindaco Filippo Bongiovanni agli altri componenti della giunta casalese. Negli ultimi anni, come noto, l’Andos è stata ospitata prima nei locali di via Martelli, all’incrocio con via Bixio, e poi in via Formis, dove l’associazione è rimasta in affitto fino a poche settimane fa.

“Il comune ha sempre contribuito economicamente a sostenere Andos – ha spiegato il sindaco Bongiovanni – . Stavolta vogliamo aiutare questa associazione in modo diverso e probabilmente più duraturo: al posto di un contributo, infatti, daremo ad Andos una nuova sede senza chiedere canoni di affitto di alcun tipo. Peraltro presso la Casa del Mutilato si trova già la sede di Avo, l’Associazione Volontari Ospedalieri: in questo modo metteremo fianco a fianco due associazioni di volontariato che operano da anni sul territorio”. Il sindaco ha anche precisato che l’Andos si è “guadagnata”, per così dire, la possibilità di poter usufruire di una nuova sede, perché al di là dell’attività svolta da anni tra Casalmaggiore e Viadana (senza scordare Desenzano del Garda, dove opera il dottor Claudio Pagliari, presidente del comitato Oglio Po), le volontarie hanno realizzato lavori di manutenzione ordinaria proprio all’interno dell’edificio della Casa del Mutilato che ora le ospiterà.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti