Commenta

Apparentamenti no grazie
Cavatorta e Federici
corrono da soli

cavatorta-federici_ev

Nella foto, da sinistra Giovanni Cavatorta e Nicola Federici

VIADANA – E’ scaduto alle ore 12 di domenica 7 giugno il termine ultimo per la presentazione di eventuali apparentamenti in vista del ballottaggio di domenica 14 a Viadana. Come preannunciato nelle settimane di campagna elettorale, Nicola Federici, candidato sindaco del Pd che ha ottenuto il 19% dei voti al primo turno, non ha dichiarato all’ufficio elettorale viadanese collegamenti con ulteriori liste rispetto a quelle con cui si è presentato agli elettori settimana scorsa. Stesso discorso per il leghista Giovanni Cavatorta, che al primo turno ha ottenuto il 35% e parte coi favori del pronostico nel ballottaggio con Federici: il candidato del Carroccio, dopo alcune dichiarazioni d’apertura verso altre liste, ha deciso di non ufficializzare apparentamenti.

Domenica 14 dunque si andrà al voto e si potrà scegliere tra i due candidati sindaco con le rispettive liste: Cavatorta è sostenuto da ‘Viadana in testa’, ‘Forza Viadana’, ‘Fronte Civico’ e Lega Nord; Federici da Partito Democratico e Lista Civica. Seggi aperti dalle ore 7 alle ore 23. A seguire il via alle operazioni di spoglio: lunedì 15 giugno Viadana si sveglierà con un nuovo sindaco, che succederà al commissario prefettizio Isabella Alberti e, prima ancora, a Giorgio Penazzi.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti