Commenta

Viadana è pronta
Due big match come
aperitivo del Mondiale

rugby-inghilterra-foto-bregani_ev

Nella foto di Roberto Bregani un’azione dell’Inghilterra campione in carica

VIADANA – Diciamoci la verità: sin qui il Mondiale lo abbiamo sbirciato, i risultati li abbiamo seguiti certo, ma tutto sommato lo abbiamo fatto con l’occhio non troppo interessato, o comunque non sentendo ancora questa kermesse iridata under 20 come un affare nostro e nostrano. Ora invece, a partire da mercoledì, il Mondiale baby di rugby sbarca davvero vicino a noi, in particolare a Viadana, pieno comprensorio Oglio Po.

Se Cremona, allo stadio Zini, si fregerà di ospitare la finalissima e anche le sfide per quinto e terzo posto il prossimo sabato 20 giugno, lo stadio Zaffanella di Viadana mercoledì a partire dalle 16.30 sarà per la prima volta teatro di tre grandi sfide. Il calendario peraltro, unito a un rispetto estremo del pronostico per risultati che non hanno ancora riservato sorprese, fa in modo che a Viadana si giochino due scontri direttissimi per il primo posto, l’unico per le tre pool che dà la certezza di giocare la semifinale (passa anche la migliore seconda in assoluto).

Tutte le sei big di un torneo spaccato quasi a metà, infatti, hanno vinto entrambe le sfide e così alle 16.30 Inghilterra e Francia, rispettivamente 10 e 9 punti per la differenza di mete segnate, si giocheranno il primo posto con i sudditi di Sua Maestà favoriti anche per l’ottima prova di forza mostrata sin qui, da campioni in carica. Alle 18.30, sempre a Viadana e nello stesso girone A, Galles e Giappone, ancora a quota 0, cercano di evitare l’ultimo posto che potrebbe consentire di rimanere nell’Elite under 20 anche il prossimo anno.

Il piatto forte però è rappresentato dall’arrivo degli All Blacks, anzi i Baby Blacks: alle 20.30 la Nuova Zelanda under 20, 10 punti in classifica, sfida l’Irlanda, 8 punti, in un altro scontro diretto che vale la promozione in semifinale. Un duello nobile, forse il più nobile di tutti, tanto che il menù viadanese sembra decisamente superiore rispetto a quello di Calvisano. Sempre mercoledì nello stadio bresciano, l’unico scontro diretto sarà tra Sud Africa e Australia, mentre nelle altre due sfide Argentina, che pure non ha sfigurato, e Scozia e soprattutto Italia e Isole Samoa, provando a centrare un piazzamento dal quinto all’ottavo posto, che sarà comunque poi perfezionale dalle successive semifinali e finali di consolazione. Una seconda fase del torneo che deciderà ogni piazzamento: intanto però, meglio portarsi avanti col lavoro.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti