Commenta

Federici presenta
Sanfelici: “Maggiore
dialogo tra i comuni”

viadana-sanfelici_ev

Nella foto Andrea Sanfelici e il comune di Viadana

VIADANA – “Nella rosa degli assessori non potevano non inserire un rappresentante delle frazioni nord”. Parte da questa considerazione la presentazione da parte del candidato sindaco del centro-sinistra per Viadana Nicola Federici dell’eventuale quarto assessore che farà parte della sua giunta. Si tratta di Andrea Sanfelici.

Cittadino di Cizzolo, per 10 anni sindaco di Commessaggio, Sanfelici fa parte del comitato salviamo le Frazioni Nord. “E’ dunque una persona di grande esperienza – spiega Federici – che avrà sicuramente la delega alla Frazioni Nord e coesioni dell’Oglio Po. Andrea avrà la capacità di portare avanti le istanze del territorio e non solo. E facendo un paragone con la visita di Salvini di venerdì a San Matteo noi vogliamo che le ruspe il prima possibile incomincino i lavori di potenziamento dell’argine e dal 15 giugno tutte le forze politiche devono lavorare per questo obiettivo”.

Sanfelici si è detto soddisfatto della nomina. “La mia volontà di lavorare per Nicola – ha spiegato – nasce dalla condivisione di un vero progetto di cambiamento che in questi mesi si è concretizzato mediante la campagna elettorale. Le idee, i progetti, il modo con cui ci siamo rivolti ai cittadini è stato caratterizzato da grande rispetto e grande lavoro quotidiano della squadra di lista. La mia esperienza di sindaco durata dieci anni ha confermato che affrontare la pubblica amministrazione richiede professionalità e passione ma soprattutto serve unità di intenti e volontà nel costruire per i cittadini. Primo tra tutti vale per una amministrazione la volontà di unire le forze sciogliere i nodi costruire sostegno. Il nostro territorio composto dai dieci comuni dell’Oglio Po è ancora oggi diviso e cerca da anni una guida forte capace di concentrare le risorse nell’affrontare le questioni  che richiedono l’intervento degli enti sovracomunali”.

L’intenzione è dunque quella di unire le forze, anche come antidoto alla crisi. “I vantaggi che derivano dal lavorare uniti – spiega Sanfelici – vanno oltre la vittoria di un singolo schieramento e rimangono in eredità a tutti cittadini. Il progetto di dialogo e unione tra i Comuni è già in corso dal 2004 e la mia intenzione è quella di portarlo a compimento in modo da acquisire un peso nelle scelte della Regione che ci vede ancora oggi lontani”.

Infine una difesa a spada tratta delle Frazioni Nord. “Il fatto di vivere con la mia famiglia a Cizzolo mette in evidenza tutti i giorni il pericolo che le Frazioni Nord possano spopolarsi e perdere gradualmente i servizi secondo la arida legge dei numeri – precisa Sanfelici – . Questo stride fortemente contro la volontà e la voglia di fare della gente che vive lavora cresce nelle frazioni Nord. Sono i fatti che parlano! Persone sempre in movimento per organizzare momenti di festa per migliorare  la scuola dei propri figli, per incontrarsi e costruire insieme, ma soprattutto attività produttive che funzionano e crescono contro la tendenza generalizzata di crisi che da anni si respira. Le Frazioni Nord devono avere e meritano la crescita che chiedono. Il coinvolgimento dei Comuni confinanti è strategico per ottenere una rete stradale nuova che risponda alle necessità di sicurezza dei cittadini e accesso dei mezzi pesanti. Il mio impegno sarà rivolto a invertire la rotta e rendere le Frazioni Nord un luogo in cui vivere, un luogo in cui le famiglie trovano lavoro e sicurezza grazie ai servizi e alla cura del territorio”.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti