Commenta

Pomì, nuovo
preparatore atletico:
Stefano Tagliazucchi

stefano-tagliazucchi-ev

Nella foto, Stefano Tagliazucchi

CASALMAGGIORE – Sarà Stefano Tagliazucchi il nuovo preparatore atletico della Pomì Casalmaggiore. Solo qualche giorno fa la formazione campione d’Italia aveva salutato Riccardo Ton, candidato ad un’esperienza all’estero, ora ecco il nome del suo sostituto, un’altra figura importante che vanta nel proprio curriculum esperienze di prestigio nel volley e nel calcio e che ha già incrociato la propria strada con il tecnico Massimo Barbolini proprio nell’ultimo periodo al Galatasaray e nella nazionale turca. Classe 1963, modenese, come Barbolini, Tagliazucchi ha già frequentato gli ambienti femminili del volley sia a livello di nazionali che di club, dal 2007 al 2009 è stato nello staff della Polonia con Marco Bonitta, nel 2010 ha fatto parte del team della Scavolini Pesaro. I primi anni che lo hanno visto protagonista in una formazione di A1 sono stati quelli che vanno dal 2003 al 2006 quando è stato preparatore atletico della Daytona Modena nel campionato di A1 maschile dove ha collaborato con Angelo Lorenzetti prima e un certo Julio Velasco poi. Come detto per lui anche una parentesi nel calcio, nella provincia di origine, durante le stagioni agonistiche 2009-2010 e 2010-2011 nelle fila del Carpi protagonista di due promozioni consecutive dalla D alla C1, periodo durante il quale ha svolto una collaborazione con la formazione maschile di volley di Mantova (A2). “Io e Massimo (Barbolini) – attacca Tagliazucchi – siamo della stessa città ma paradossalmente ci siamo conosciuti di persona ed abbiamo iniziato a collaborare durante l’esperienza in Turchia. Lo ritrovo con piacere, è un vero professionista, del resto il suo curriculum parla da solo. Con lui mi sono trovato in grande sintonia, si è sempre dimostrato attento ad ogni situazione umana e tecnica”. Il prossimo sarà l’anno pre-olimpico e gli appuntamenti della stagione, come risaputo, risulteranno fortemente compattati. Questo comporterà un lavoro particolarmente attento da parte dei preparatori atletici. “Per chi dovrà trovarsi ad affrontare campionato e Coppe europee, come la Pomì che si cimenterà nella Champions, saranno mesi molto intensi con parecchie gare infrasettimanali e numerosi viaggi da gestire. Occorrerà prestare particolare attenzione ai tempi di recupero dalle fatiche fisiche e mentali cercando di lavorare su protocolli personalizzati”. Si inizia il 17 Agosto con il ritiro di Forte dei Marmi, al mare, sulla sabbia. “Ho sentito parlare molto bene di questo step, sono ampiamente favorevole ad esperienze simili in quanto sono decisamente aggreganti e per la prossima stagione, visti i tanti cambiamenti occorsi nella Pomì, il periodo servirà a cementare i rapporti interpersonali. Sul fronte degli allenamenti il fondo sabbioso è l’ideale perché rappresenta una superficie idonea in quanto ha una valenza per quanto concerne la prevenzione degli infortuni e permette di preparare il lavoro che si andrà a svolgere in palestra. Purtroppo saremo a ranghi ridotti per gli impegni di alcune giocatrici con le rispettive nazionali, immagino che solo una decina di giorni prima dell’inizio della stagione potremo contare su tutta la rosa, e in questo caso in allenamento servirà cercare di amalgamare il lavoro preparatorio di giocatrici reduci da competizioni internazionali con  altre che dovranno prendere dimestichezza col ritmo gara. ” Una stagione, dunque anomala sin dalla fase preparatoria e una persona altamente qualificata come Stefano Tagliazucchi si configura come l’ideale per forgiare la base atletica di una Pomì chiamata da subito ad essere protagonista.

Mauro Vigna

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti