Commenta

Gioielli in… fermento:
il senso del gusto
al museo del Bijou

bijou-ev

Nella foto, un gioiello in mostra

CASALMAGGIORE – Nell’anno di Expo 2015, l’Esposizione Universale di Milano, dedicata a “Nutrire il pianeta, energia per la vita”, il Museo del Bijou propone una mostra dedicata al binomio Arte e Gusto, sapientemente percorso dal progetto Gioielli in Fermento: il concorso propone ogni anno, in primavera, un tema per la realizzazione di ornamenti contemporanei che uniscano emozioni, estetica e ricerca per una esposizione internazionale sul racconto del vino e proprio nel contesto espositivo della Vigna delle Arti a Fornello di Ziano Piacentino si è consolidato il progetto artistico Gioielli in Fermento – Premio Torre Fornello.
Con il supporto di AGC Associazione Gioiello Contemporaneo e le crescenti relazioni con omologhe organizzazioni internazionali, il progetto è curato da Eliana Negroni socia AGC per l’Emilia e sostenuto da Enrico Sgorbati di Torre Fornello, prestigiosa cantina dei Colli Piacentini. La mostra al Museo del Bijou costituisce una frizzante occasione per ammirare alcuni fra i migliori gioielli ispirati al vino e al gusto che dal 2011 al 2015 hanno partecipato al concorso, con autori provenienti dall’Italia e da Belgio, Brasile, Bulgaria, Colombia, Francia, Germania, Gran Bretagna, Grecia, Korea, Serbia, Spagna, Venezuela. Aperta fino al 19 luglio, l’esposizione sarà visitabile dal mercoledì alla domenica dalle 15.00 alle 18.30. Ingresso a mostra e museo: 3 euro; ridotto 2,5 euro.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti