Commenta

Sanità, Cavatorta
risponde alle critiche:
“Non svendo servizi”

oglio-po_ev

VIADANA – Dopo le accuse ecco la replica. Giovanni Cavatorta, nuovo sindaco di Viadana, si è subito trovato di fronte la grana Sanità, per la quale è stato attaccato in particolare dal centro-sinistra locale. Da un lato l’appartenenza di Cavatorta alla Lega Nord, accusata di voler stravolgere e indebolire l’assetto sanitario comprensoriale a partire dai vertici in Regione, dall’altro l’assenza dello stesso neo sindaco all’incontro tra sindaci dei giorni scorsi.

“In relazione alla questione sanità sono costretto a ripetere per l’ennesima volta la posizione dell’amministrazione comunale, dato gli attacchi pretestuosi e propagandistici – precisa da subito Cavatorta – . Il Sindaco di Viadana non svenderà mai servizi o uffici. Mai! La mia posizione di cercare di capire e valutare quale sia la situazione migliore per Viadana l’ho espressa nella sede più opportuna cioè la riunione dei sindaci del distretto Asl tenutasi venerdi scorso a Viadana. Ne è uscito un documento unitario che ho firmato come tutti gli altri sindaci”.

Poi il passaggio relativo all’ultimo incontro. “In merito all’incontro di mercoledi a Bozzolo non ho ricevuto alcun invito da parte di enti ma un semplice sms di un consigliere regionale. Il Comune di Viadana ha già attivato tutti i propri canali istituzionali per capire quale sia la soluzione migliore per il nostro territorio che ha la sede Asl a Mantova e il cui ospedale di riferimento, l’Oglio Po, risponde a Cremona. Indipendentemente da quello che succederà tale situazione attuale vi sembra normale? Che ha portato benefici al nostro sistema sanitario locale? Purtroppo c’è chi soffia sul fuoco come se fossimo ancora in campagna elettorale”.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti