Commenta

Conoscere il territorio:
giovedì il tris
a Commessaggio

commessaggio-ev

Nella foto (ASM), il ponte di barche di Commessaggio

COMMESSAGGIO – La Società Storica Viadanese e l’Associazione “Il Torrazzo” organizzano una serie di eventi denominati “Conosciamo il nostro territorio e la nostra cultura, ritratto rurale tra Oglio e Po”. Il programma è articolato in tre serate che prevedono un’apericena alle 19.45 e, alle 21, conferenze, proiezioni di filmati e dibattiti che si tengono nel Torrazzo Gonzaghesco di Commessaggio. Il primo incontro ha visto la proiezione del documentario “Paride Falchi, un pittore del contado” di Enrica Tagliabue e del filmato “Argini” inerente il territorio a ridosso del Grande Fiume.

Nel secondo appuntamento, giovedì 25 giugno, lo storico dell’arte Giovanni Sartori ha parlato della chiesa di S. Albino di Commessaggio nell’Ottocento. La chiesa parrocchiale è un maestoso edificio in stile neoclassico inaugurato nel 1804. Venne progettato dall’architetto cremonese Bianzani mentre la facciata, ultimata nel 1820-25, si deve a Giovanni Battista Vergani; nel 1912 fu aggiunto il campanile, edificato su disegno di Carlo Visioli. L’interno è a volta con quattro poderose arcate che reggono tre grandi calotte ovali.

Giovedì 2 luglio l’ultimo appuntamento: alle ore 19,45 apericena (prenotazione cell. 366 4326860), alle ore 21 “Una piccola chiesa per un grande scultore. Stefano Salterio a Commessaggio Inferiore nella seconda metà del Settecento”. Interverrà Giorgio Milanesi, storico dell’Arte. Possibilità di visitare il Torrazzo Gonzaghesco dalle ore 20.30 alle 21.00 e al termine delle proiezioni/conferenze.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti