Commenta

Viadana, primo
consiglio e primi
provvedimenti di giunta

consiglio-viadana_ev

Nella foto il primo consiglio con Cavatorta sindaco

VIADANA – Il 26 maggio, per l’ultima volta, Giorgio Penazzi sedeva nella sala consiliare di Viadana per quello che, fino a mercoledì sera, era rimasto l’ultimo consiglio. Un anno e 36 giorni dopo il comune mantovano torna a respirare l’atmosfera del consesso cittadino per una situazione politicamente stravolta rispetto all’ultima tornata, con il netto successo del centro-destra guidato da Giovanni Cavatorta. Mercoledì sera alle ore 20 il nuovo sindaco ha prestato giuramento e indossato la fascia tricolore, dando così il via ufficiale, da prassi, al suo mandato.

Un consiglio rinnovato anche nelle parti politiche che lo compongono: perché tra qualche volto già visto anche in passato (e non solo durante il periodo della giunta Penazzi), sono spuntati anche Alessandro Teveri e Susy Foti del Movimento 5 Stelle, vera novità del parlamentino viadanese. Come sempre accade quando un mandato comincia, il primo consiglio è stato piuttosto tecnico e scandito da punti un po’ macchinosi ma doverosi: è stata presentata la giunta con gli assessori Alessandro Cavallari, Ilaria Zucchini, Alessia Minotti e Franco Rossi, mentre il consigliere che ha preso più voti, Gianni Fava, ha presieduto la seduta in attesa che, da pronostico, Ivan Gualerzi venisse votato dalla maggioranza come presidente del consiglio. Sua vice sarà Susy Foti, con un gesto di fair play verso una delle minoranze. Foti peraltro ha ottenuto 15 voti su 16 e una sola astensione, mentre Gualerzi ha ottenuto 11 voti a favore, con il parere contrario dunque delle minoranze, rappresentate anche da Partito Democratico, da Dario Anzola e da Roberto De Martino. Da segnalare che, essendo Cavallari divenuto assessore, il suo posto da consigliere viene occupato ora da Davide Azzolini dopo la surroga. Tra le deleghe, quella alla Protezione Civile e Informatizzazione passa a Carlo Avigni; quella alla Sicurezza e Polizia locale a Romano Bellini.

Oltre al saluto formale ma emozionato da parte di Cavatorta, che ha ricevuto gli auguri delle opposizioni, in particolare da Nicola Federici e Alessandro Teveri, e anche l’in bocca al lupo da Gianni Fava, che ha rimarcato le tante urgenze da risolvere per Viadana, il primo motivo del contendere è stato, come ovvio, la mozione sulla sanità. Anzi le mozioni, al plurale, sarebbe meglio dire: perché lo stesso centro-destra ha voluto presentare un documento che impegni Cavatorta a pressare la Regione affinché venga mantenuta l’integrità del distretto Oglio Po. La mozione di centro-sinistra, critica verso il modus operandi di Cavatorta e della Lega Nord in Regione, è stata bocciata con 11 no, l’altra è invece passata con 11 sì, da pronostico, verrebbe da dire, mentre Fava ha annunciato di avere chiesto ufficialmente al governatore di Regione Lombardia Roberto Maroni di visitare l’ospedale Oglio Po.

Sin qui le notizie che riguardano il consiglio. Ma giovedì mattina Cavatorta ha riunito per la prima volta anche la sua giunta, che ha già preso alcuni provvedimenti. “Abbiamo approvato – spiega Cavatorta – il progetto per realizzare la rete dati nelle scuole primarie di Viadana, Cogozzo, Cicognara, per un importo di euro 30mila erogato da fondazione Cariverona, così da rendere disponibile per ogni aula il collegamento internet anche ma non solo per l’obbligatorio registro elettronico. Abbiamo inoltre approvato progetto di adeguamento strutturale e messa a norma dei locali interni per cambio destinazione d’uso da scuola per l’infanzia a scuola primaria in via Don Mazzi a Cogozzo per un importo di euro 161mila così da dotare la primaria di Cogozzo di mensa scolastica, di ulteriori due aule oltre a vani per lavaggio, dispensa, bagni e relativi arredi. Un’opera che oltre a rispondere alle esigenze della scuola riqualifica uno stabile ammalorato di proprietà comunale”.

Tra i passaggi, per così dire meno costosi, anche il patrocinio all’associazione Asd Gioca in Bici per la manifestazione ciclistica “2° Gran Premio Città di Viadana” del 19 luglio e una comunicazione data dal sindaco: dal 13 luglio infatti inizieranno i lavori di posa di tubatura per l’estensione della rete dell’acquedotto lungo Via Gonzaga e via Garibaldi. Le due vie saranno chiuse. “Si è cercato di contenere i notevoli disguidi e far partire i lavori in periodo estivo” ha precisato Cavatorta. L’altra novità riguarda il Wi-Fi. “Martedì a Sabbioneta – ha ricordato Cavatorta – durante un incontro del Gal riguardo il Distretto dell’Attrattività Oglio Po abbiamo avuto conferma del buon esito del bando di Regione Lombardia. Con la cifra a disposizione del Comune di Viadana potenzieremo il Wi-Fi in diverse zone del centro storico, la posa degli idranti antincendio e delle prese elettriche per il mercato cittadino”. E’ stata infine firmata la direttiva per l’orario estivo dei dipendenti.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti