Commenta

Sport e disabilità,
binomio possibile
anche grazie al Rotary

rotary-tennis-ev

Nella foto, organizzatori e atleti all’oratorio Maffei

CASALMAGGIORE – Sport e disabilità convivono grazie all’impegno di chi non si dà per vinto e di chi si mette a disposizione per rendere possibile iniziative come il tennis in carrozzina, attività diffusa nel cremonese grazie al Rotary. Al Club Cremona Po, ad esempio, si deve l’organizzazione di importanti tornei, come quello che si terrà nel 2016 presso la Canottieri Baldesio con i migliori interpreti al mondo della disciplina. Ai Club rotariani Casalmaggiore Viadana Sabbioneta, Casalmaggiore Oglio Po e Piadena Oglio Chiese si deve invece la riuscita della serata dimostrativa di tennis in carrozzina tenutasi sabato all’oratorio casalese Giacomo Maffei. Presenti i tre nuovi presidenti – Massimo Mori per il Club Cvs, Francesco Meneghetti per il Cop, Antonio Morini per il Poc – che dal mattino si sono impegnati a diffondere informazioni sulla disciplina con un banchetto in piazza Garibaldi, sul mercato cittadino, per poi proseguire nella partecipata dimostrazione serale in chiosa al Rotary Day 2015.

Sul campetto di cemento dell’oratorio Maffei, allestito a dovere per ospitare il tennis in carrozzina, si sono sfidati amichevolmente tre atleti: Dario Benazzi, Giovanni Zeni e Nazzareno Petesi, sotto l’occhio vigile dell’allenatore Roberto Bodini, del paralimpico martignanese Andrea Devicenzi, del sindaco di Casalmaggiore Filippo Bongiovanni, del past governor Tullio Caronna, di Alceste Bertoletti consigliere del Distretto 2050 e di Giovanni Giusti, presidente del Rotary Cremona Po che ha ricordato l’appuntamento di settembre (dal 10 al 13) presso la canottieri Baldesio, dove verrà disputata la seconda edizione del torneo nazionale Open di tennis in carrozzina.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti