Commenta

La Casalmare
diventa ‘la fabbrica
dell’amicizia’

colonia-2015-ev

Nella foto, un momento di divertimento nel primo turno minori della colonia di Forte dei Marmi

FORTE DEI MARMI (LU) / CASALMAGGIORE – ‘La fabbrica dell’amicizia’: questo è stata la colonia nel corso del primo turno minori 2015. Il titolo del progetto educativo elaborato dal coordinatore Roberto Corbari e dall’equipe selezionata dalla cooperativa L’Umana Avventura, capace di far divertire e convivere oltre 70 piccoli vacanzieri di Casalmaggiore e dintorni presso la Casalmare di Forte dei Marmi, è stato il leitmotiv di 11 giorni intensi, terminati lunedì scorso col passaggio di consegne al secondo turno.

Un soggiorno, quello riservato ai più piccoli, scandito da un’avventura vissuta dall’intero gruppo con entusiasmo, curiosità, energia. “Un capitano di una nave ogni giorno incontrava scialuppe nuove, isole diverse – racconta Corbari -: ogni giorno una scoperta, di luoghi e persone, che conduceva i ragazzi in un percorso emozionale e ludico capace di rafforzare amicizie e crearne di nuove”. Così, tra giochi e laboratori, attività in struttura e in spiaggia, a Forte o lontano dalla colonia – a proposito: la gita è stata messa ai voti, decisa dagli stessi bambini, riprova di un progetto educativo sensibile al civismo -, si è ragionato anche sui vari significati del vivere insieme.

Non sono mancate le richiestissime cene in spiaggia, i grandi giochi serali, i tornei, la spaghettata di mezzanotte. Il 4 luglio si è addirittura fatto il botto, anzi i botti, coi ragazzini che hanno assistito alla finale internazionale di fuochi d’artificio. Col passare dei giorni, è stato realizzato in colonia un cartonato per rappresentare l’amico ideale. Il risultato? “L’amico ideale non esiste, esiste lo stare insieme, accettarsi ogni giorno con i propri pregi e difetti, con la voglia però di condividersi e fare sempre nuove esperienze”: parola di piccoli (grandi) vacanzieri della Casalmare di Casalmaggiore a Forte dei Marmi.

Simone Arrighi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti