Commenta

Composad-lavoratori,
accordo vicino: “Accolte
tutte le richieste”

sciopero-ev

VIADANA – Prosegue la vertenza nel magazzino prodotti finiti dello stabilimento Composad srl di Viadana. Dopo lo sciopero e i blocchi del 7 luglio che hanno rivendicato rispetto per le condizioni e i ritmi di lavoro e riaperto il tavolo sulle condizioni contrattuali, la trattativa prosegue e dovrebbe vedere la sigla di un accordo per la prima settimana di agosto. “Accordo che si sta delineando in maniera decisamente positiva – fanno sapere i lavoratori LSA soc. coop. / Composad e l’associazione Diritti Lavoratori Cobas Emilia Romagna -, poiché accoglie nella quasi totalità le richieste della piattaforma di lotta”.

In anticipo sulla scadenza di fine novembre dell’attuale contratto a tempo determinato, i lavoratori vedranno trasformato il contratto in tempo indeterminato e questo prevederà, per tutti, la non applicazione delle disposizioni del pessimo “contratto a tutele crescenti”: in altre parole si vedranno riconosciute le tutele risarcitorie e rintegratorie sul posto di lavoro stabilite dall’art.18 dello Statuto dei Lavoratori. Inoltre viene respinto il tentativo di comprimere l’inquadramento professionale al livello minimo (6°J) del CCNL: tutti i lavoratori verranno adeguati al livello corrispondente alla propria mansione, con conseguenti notevoli miglioramenti salariali. Verrà infine riconosciuta l’anzianità di cantiere, l’integrazione per gli episodi di infortunio e malattia e l’applicazione al 100% degli istituti previsti dal CCNL. “Ci si avvia quindi verso una grande vittoria – concludono i lavoratori LSA soc. coop. / Composad e l’Associazione Diritti Lavoratori Cobas Emilia Romagna -. Una vittoria capace di dimostra che, anche ai tempi del ‪Jobs Act‬, è possibile e necessario difendere e conquistare diritti e migliori condizioni di lavoro e di vita. Solo l’unità nella lotta dei lavoratori rende possibile tutto questo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti