Commenta

Eradicazione nutrie,
Ass. Una contraria:
“Nostri dati scientifici”

nutria_ev

Nella foto un esemplare di nutria

L’intervento deciso nei giorni scorsi per l’eradicazione delle nutrie dalle campagne della pianura padana e dunque anche del comprensorio Oglio Po non è piaciuta all’associazione UNA Cremona (Uomo-Natura-Animali), che ha affidato il proprio pensiero ad una missiva inviata ai giornali, che qui pubblichiamo. “Abbiamo appreso – si legge – come ancora una volta, senza smentire il modus operandi seguito da vent’anni a questa parte, sindaci e amministratori del territorio cremonese – in accordo con associazioni di categoria degli agricoltori e con i cacciatori – abbiano deciso di approvare un piano di contenimento ed eradicazione delle nutrie, di durata triennale”.

Il pensiero in difesa dell’animale e in particolare le istanze degli animalisti si basano, stando allo scritto, “non su astratti sentimentalismi ma su precisi dati e studi di biologi, naturalisti ed esperti che dimostrano tra l’altro come: 1) gli abbattimenti di individui animali favoriscano una maggiore natalità della stessa popolazione; 2) la caccia a determinati animali produce ripercussioni anche sull’equilibrio di altre specie che convivono nello stesso habitat, compresi i predatori naturali, a causa dello stress venatorio; 3) ci sarebbero metodi di contenimento del numero di questi animali non cruenti, ecologici e soprattutto meno dispendiosi dal punto di vista economico”. “Ma c’è più interesse – conclude l’associazione in tono polemico – a continuare ad uccidere questi animali, così si può perpetuare il finanziamento di abbattimenti e trappolaggi che non risolveranno mai nulla”.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti