Commenta

Scompare da casa
a 9 anni. Ritrovata sana
e salva dopo dieci ore

ritrovamento-fossacaprara_ev

Nella foto il luogo del ritrovamento

CICOGNARA (VIADANA) – Scompare da casa alle 21.30 di mercoledì, viene ritrovata alle 7 della mattina di giovedì in mezzo ai campi da alcuni agricoltori, spaesata ma in buona salute. E’ una storia a lieto fine, dopo una notte d’angoscia, quella trascorsa dalla famiglia Pioli e dall’intera comunità di Cicognara, frazione di Viadana: una bambina di 9 anni si è infatti allontanata da casa, dopo essere rientrata da un giro con il padre, di sera, uscendo ancora in bicicletta verso il centro di Cicognara.

Quando però la ragazzina non rientra, ecco che scatta la mobilitazione: si impegnano tutti, durante l’intera notte, per battere palmo a palmo il territorio di confine tra Viadana e Casalmaggiore con la Polizia Locale, la Protezione Civile, i Carabinieri e vari volontari. La buona notizia arriva alle 7 di mattina, quasi per caso: alcuni agricoltori andando al lavoro trovano la bambina in mezzo ai campi, ancora con la sua biciclettina, in buone condizioni di salute. Sul posto anche il sindaco di Viadana Giovanni Cavatorta, con gli assessori Massimo Piccinini e Carlo Avigni: la bambina sta bene, come detto, ed è stata ricoverata all’ospedale Oglio Po come da prassi per tranquillizzare, prestare le cure del caso e cercare ovviamente di capire cosa sia successo in questa notte d’angoscia per la sua famiglia e l’intera comunità viadanese.

AGGIORNAMENTO – E’ stata ritrovata all’interno di un fossato, fortunatamente con poca acqua, in frazione di Fossacaprara, a pochi passi da alcune serre e all’incrocio tra due strade sterrate. Emergono nuovi particolari sulla vicenda, per fortuna a lieto fine, della ragazzina di 9 anni sfuggita al controllo del padre nella serata di mercoledì e scomparsa senza dare segnali per almeno una decina di ore. A ritrovare la ragazzina sarebbe stato un operaio che stava andando al lavoro e che ha subito avvertito i soccorsi e i ricercatori, che hanno poi recuperato la bimba e l’hanno portata all’ospedale per gli accertamenti del caso. Pare che la giovanissima sia solita fare un giro in bicicletta ogni sera, assieme al padre, sulle strade interne che portano da Cicognara, a Roncadello a Fossacaprara, appunto, dove è stata ritrovata.

Mercoledì sera, poco prima di partire per il consueto giro, la ragazzina sarebbe sfuggita al controllo del padre, che non l’ha più vista. Le frazioni confinanti, tra i comuni di Casalmaggiore e Viadana, sono rimaste parecchio scosse per l’episodio e questa mattina hanno potuto tirare un bel sospiro di sollievo, dopo una notte per molti insonne con i ricercatori che hanno battuto la zona palmo a palmo, agitando anche alcuni dei cani che si trovano nelle varie aziende agricole o a conduzione famigliare della zona. Il sindaco di Viadana Cavatorta ha voluto ringraziare tutti coloro che si sono dati da fare in una notte di mobilitazione generale: “Questo lieto fine è il premio più bello per la famiglia e per chiunque ha cercato senza sosta la bambina” ha detto il primo cittadino di Viadana.

IL COMUNICATO DEI CARABINIERI – Poco prima delle ore 13 di giovedì i carabinieri di Viadana, impegnati come altre forze e volontari nelle ricerche della ragazzina di 9 anni di Cicognara, hanno diffuso un comunicato stampa, che consente di escludere l’ipotesi peggiore, ossia il fatto che la bimba abbia subito violenze e precisa che la stessa è affetta da epilessia, motivo di preoccupazione in più durante le ricerche. Riportiamo il comunicato per intero: “Il 29 luglio alle 21.40 a Viadana in via Sant’Antonio W. P., 41enne residente a Viadana in via Sant’Antonio 15, coniugato, impiegato – richiedeva intervento di quest’Arma, denunciato la scomparsa della figlia minore – di 9 anni e affetta da epilessia – mentre poco prima percorreva quella via in bicicletta. Le immediate ricerche in zona – alle quali hanno concorso militari dell’Arma di Casalmaggiore, Vigili del Fuoco e la Polizia Locale di Viadana – compiute presso parenti, abituali frequentatori, nell’area urbana e nella limitrofa area golenale del fiume Po producevano esito negativo. Alle 7 odierne a Casalmaggiore, località Fossacaprara via Argine Po, un passante segnalava la presenza della minore, che dopo essere stata riconosciuta dagli operanti e dai genitori, veniva ricoverata presso il nosocomio Oglio Po per accertamenti che, al momento, hanno permesso di escludere violenze fisiche”.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti