Commenta

Pomponesco piange
Andrea Bonazzina,
scomparsa a soli 25 anni

andrea-bonazzina-pomponesco_ev

Nella foto Andrea Bonazzina e il comune di Pomponesco, dove viveva

POMPONESCO – Si è spenta all’ospedale Maggiore di Parma a soli 25 anni dopo una malattia che si portava dietro dalla nascita, ma che non ne ha mai condizionato la voglia di vivere, di partecipare alla vita comunitaria, di portare avanti un’esistenza normale. Pomponesco, Viadana e in generale buona parte del comprensorio Oglio Po, dove era conosciuta, piangono Andrea Bonazzina, giovane ragazza originaria di Pomponesco che da qualche mese lavorava per l’azienda Arix e si è spenta, dopo l’ultimo ricovero in ospedale di un mese fa, dopo un peggioramento delle condizioni di salute dal quale non si è più ripreso.

Andrea era figlia unica: il padre, Luca Bonazzina, era spirato ad appena 38 anni a causa di un malore dopo una partita di tennis a Viadana. Un lutto che aveva colpito le comunità di Pomponesco e Viadana, dove la famiglia Bonazzina è molto conosciuta. Peraltro Andrea, sempre sorridente e solare come mostrano molte sue foto anche sui social network e con una grande forza interiore nonostante un destino così crudele, si era fatta apprezzare tra i giovani del comprensorio quando, durante le feste organizzate puntualmente dal Push in vari locali della zona, volentieri partecipava dando una mano come barista. Proprio i ragazzi del Push sono stati tra i primi a dare la notizia, ricordando Andrea con una bella foto sul proprio profilo Facebook. Una morte difficile da spiegare, a soli 25 anni, che lascia un grande vuoto per la madre Palmira, le nonne Anna e Silvana, le zie Oriana e Miriam, i cugini Valentina e Daniele e più in generale per tutta la comunità pomponescana, con il cordoglio espresso anche dal sindaco Giuseppe Baruffaldi. I funerali sono stati fissati alla chiesa parrocchiale di Pomponesco giovedì alle ore 16.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti