Commenta

Fusione Consorzio-Arp,
anche l’assessore Fava
benedice l’accordo

pomodoro-raccolta-ev

Nella foto la raccolta pomodori nei campi del Casalasco

MILANO – “Non posso che complimentarmi e formulare i migliori auguri di buon lavoro al presidente Paolo Voltini e al Consorzio Casalasco del Pomodoro, che ha concluso il processo di fusione per incorporazione di A.R.P. Agricoltori Riuniti Piacenza, collocandosi al terzo posto a livello europeo per capacità produttiva nel settore”. Lo ha detto l’assessore all’Agricoltura della Lombardia, Gianni Fava, commentando l’ampliamento del Consorzio Casalasco di Rivarolo del Re. “È la risposta dell’oro rosso Made in Italy alla concorrenza del pomodoro estero – ha dichiarato Fava – che si rafforza lungo il Po, in un’area che ha una marcata vocazione agricola e che non ha nulla da invidiare all’agroalimentare mondiale”.

“Anzi – ha proseguito l’assessore lombardo all’Agricoltura – i numeri indicano una produzione di 550mila tonnellate di pomodoro, ottenuto su una superficie di 7mila ettari e oltre 370 aziende agricole conferenti. Significa che il Consorzio Casalasco del Pomodoro è la quindicesima realtà produttiva a livello mondiale, ma è la prima per qualità garantita, forte di un Made in Italy esplicitamente padano, che contribuisce a dare ricchezza al territorio”.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti