Commenta

Quattro cadute al
Circuito di San Martino:
un centauro grave

circuito-san-martino-pista-ev

Nella foto il Circuito di San Martino del Lago

SAN MARTINO DEL LAGO – Sabato sfortunatissimo per il Circuito di San Martino del Lago, dove durante una sessione di prove libere, organizzata sia per la mattina che per il pomeriggio, si sono verificati ben quattro incidenti. In tutti e quattro i casi si parla di caduta da moto da parte dei centauri che stavano percorrendo la pista per allenamenti in vista di gare future.

Il circuito, prenotato per la mattinata e il pomeriggio di sabato dai piloti del Circuito di Franciacorta e da quelli del Circuito di Cervesina (Pavia), è stato infatti teatro di quattro cadute. Le prime tre non sono state gravi, per la verità: tutte hanno richiesto in codice verde l’intervento dell’ambulanza della Padana Soccorso, giunta sul posto attorno alle 10.30 per soccorrere un 40enne, poi un’ora dopo e ancora poco prima delle 13. L’incidente più grave, tuttavia, è occorso a un centauro 61enne che stava girando in pista, quando è caduto male al suolo. Poco dopo le ore 15 l’ambulanza è così tornata sul posto, in questo caso in codice rosso a indicare la gravità delle condizioni del 61enne, che avrebbe battuto la schiena nella caduta ed è stato ricoverato all’ospedale Oglio Po di Casalmaggiore.

Il pomeriggio sfortunato è proseguito venti minuti dopo le 15 a Voltido, ad appena 5 chilometri da San Martino del Lago. In questo caso, ovviamente, l’incidente non è capitato su un un circuito ma in strada e ha coinvolto il conducente di un trattore, che stava viaggiando in via delle Frasche nel piccolo comune casalasco. Per cause ancora da accertare il trattore di marca Case Ih è finito ruote all’aria, trascinato dal rimorchio che stava trasportando, mentre viaggiava proprio verso Cà dè Soresini (ironia della sorte), sede del Circuito. Per fortuna il conducente, L. R. 18enne di Ostiano, è rimasto illeso ed è uscito dal trattore rovesciato sulle proprie gambe. Sul posto anche i Vigili del Fuoco di Cremona per regolare il traffico, dato che il mezzo ha parzialmente occupato la strada.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti