Commenta

Gal Oglio Po
progetti per
40 milioni di euro

biologico-campi-agricoltura-ev

CALVATONE – “Il Gal è al lavoro per il prossimo piano di sviluppo locale e siamo nella fase di raccolta dei progetti da parte di enti, portatori di interesse locale, imprese e privati”. L’annuncio è della referente del Gal Oglio Po Terre d’Acqua Sabrina Bordiga, che traccia “un lungo percorso”, “quello che sta per portare al nuovo piano, formalizzato in tre principali tappe: la preparazione del territorio con gli incontri di ottobre 2013 (Commessaggio, Piadena e Torricella del Pizzo), le riunioni (plenaria e tematiche, nel 2014) con oltre 100 rappresentanti locali, dove sono emersi i temi cari all’Oglio Po e i bisogni su cui investire”. Ciò ha consentito all’Oglio Po, a maggio, l’invio di una prima proposta a Regione Lombardia, in linea con gli altri territori rurali Lombardi.

Tracciata la strategia complessiva, da marzo 2015 hanno già manifestato il proprio interesse con progetti e interventi su vari temi (dall’agro-alimentare ai servizi, dalle infrastrutture alle energie) una trentina di comuni, così come i principali portatori di interesse (consorzi, associazioni, fondazioni) e imprese (agricole e non). Anche i singoli cittadini, che vedono in alcuni investimenti (B&B, piccola ricettività) occasioni e prospettive, si stanno confrontando con il Gal per conoscere tutte le opportunità del nuovo Piano. “Brillano alcuni enti e alcune realtà – spiega Bordiga – per la visione a 360 gradi che hanno dimostrato nel candidare iniziative, con la capacità di unire innovazione e immediatezza di risposta ai problemi di sviluppo”.

L’Oglio Po ci crede: a oggi il GAL ha ricevuto manifestazioni per quasi 40 milioni di euro, un importo che conferma le previsioni e la necessità di identificare canali di finanziamento che non verranno esauriti con il Piano di Sviluppo Locale sostenuto dal Leader e per il quale si stanno già facendo ipotesi di ampio respiro. Un bilancio che ancora non può dirsi chiuso: “Sono in arrivo le manifestazioni di enti e realtà che stanno completando ora valutazioni sulle proprie priorità”, spiega Bordiga. Per partecipare alla progettazione è possibile contattare il GAL Oglio Po (entro fine Settembre): per avere la scheda di segnalazione, scrivere a info@galogliopo.it oppure telefonare al numero 0375-97664.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Tags, , ,
Commenti