Commenta

Questione PalaRadi,
la Pomì si richiama
allo “spirito sportivo”

palaradi-pomi-vanoli-ev

Nella foto il PalaRadi “conteso”

CASALMAGGIORE/CREMONA – Nel giorno in cui taglia il traguardo dei mille abbonati per la stagione 2015-2016, la Pomì Casalmaggiore tende la mano alla Vanoli e più in generale al mondo dello sport cremonese, provando a chiudere la polemica, o l’incomprensione, se preferite, generata dalla decisione della Lega Volley Femminile di piazzare la finale di Supercoppa Italiana a Cremona, 24 ore prima del match interno della Vanoli Cremona contro Trento (seconda giornata di campionato).

Di fatto si tratta di un appello rivolto in generale a uomini e donne di sport, ma in particolare alla stessa dirigenza della Vanoli Basket, che nelle scorse ore, per bocca del Gm Andrea Conti, aveva spiegato di non avere preso bene non tanto la decisione della Lega, quanto piuttosto la mancata comunicazione da parte della stessa Pomì verso il team della pallacanestro cittadina. “La convivenza al momento sembra tutto fuorché facile e ci auguriamo una migliore comunicazione” aveva tuonato Conti, riferendosi alla vicenda, che peraltro è nata da una falsa notizia. Il comune, infatti, mettendo le mani avanti, aveva detto che il rischio era che la Lega Basket anticipasse a sabato, stesso giorno della Supercoppa di volley, il match tra Cremona e Trento, creando una sovrapposizione insanabile. Nulla di vero: Trento gioca infatti giovedì 8 (la Lega Basket lo ha già ufficializzato) e, da regolamento, non potrebbe giocare soltanto 48 ore dopo, perché dovrebbero passare almeno tre giorni. Dalla buccia di banana sulla quale è scivolato anche il comune, alla risposta Pomì, che non fa polemica ma preferisce chiarire come è andata la storia.

“In merito all’organizzazione a Cremona della Supercoppa italiana 2015 di volley femminile – scrive la società rosa – la VBC Pomì intende precisare che il Regolamento di Lega Volley dà alla Società vincitrice dello Scudetto una priorità nella scelta della sede in cui disputare la partita di Supercoppa; in virtù di tale priorità la VBC Pomì ha chiesto a Lega Volley e Master Group Sport, società delegata all’organizzazione e gestione dell’evento sportivo, di valutare la possibilità di giocare l’incontro a Cremona; per almeno due mesi i media locali e nazionali hanno più volte riportato la notizia (anche con titoli a tutta pagina) che la Supercoppa molto probabilmente si sarebbe disputata a Cremona il 10 ottobre alle ore 17,30 con diretta RaiSport”.

Nella fattispecie, ecco come è andata negli ultimi giorni, secondo quanto spiega la Pomì. “Lunedì 31 agosto in Comune a Cremona si è tenuto un incontro tra gli Amministratori comunali e l’Amministratore delegato di Master Group Sport con quest’ultimo che ha ufficialmente chiesto al Comune, proprietario e gestore del PalaRadi, di poter disputare a Cremona la Supercoppa, ottenendo l’immediato e partecipato consenso di Sindaco e Assessore allo Sport che hanno messo a disposizione il PalaSport per l’evento; Lega Volley e Master Group Sport il 1 settembre hanno ufficializzato il PalaRadi di Cremona quale sede della Supercoppa; il Comune e la VBC Pomì si sono pubblicamente complimentate per la scelta che permette di allestire nella nostra Città il più importante evento per Club mai disputato a Cremona, per di più con una Società cremonese”.

Da qui la chiosa, rivolta, come detto, a tutti gli sportivi. “La VBC Pomì ritiene che la disputa a Cremona della Supercoppa sia un successo e una grande opportunità per la Città e tutta la nostra la Provincia e di questo ne è grata a tutti coloro che ne hanno supportato e ne supporteranno l’iniziativa con quello Spirito che contraddistingue tutti gli Uomini e le Donne di Sport”.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti