Commenta

PalaFarina e festa Sport,
Federici: “Assessore
e sindaco immobili”

federici_ev

Nella foto, Nicola Federici

VIADANA – La mozione sul Palasport presentata dal gruppo Pd era stata respinta prima dell’ultimo consiglio comunale perché presentata con mezza giornata di ritardo. La discussione della stessa è slittata alla prossima adunanza, con data da destinarsi. Ma Nicola Federici, capogruppo Pd, non ci sta: “Vista l’importanza dell’argomento, ritengo che se l’amministrazione comunale avesse voluto essere responsabile nei confronti dei cittadini e delle associazioni sportive sarebbe stato corretto consentire di parlarne e discuterne già nel mese di luglio”. “Tante società sportive ora ci stanno segnalando una moltitudine di disservizi – prosegue Federici -. In primis il problema degli spazi per l’attività. Non abbiamo un palasport perché crollato e le palestre di liceo, ragioneria e medie non verranno messe a disposizione delle società sportive prima del 20 settembre? Va bene che la decisione competa alla dirigenza scolastica, ma ci chiediamo dove sia l’amministrazione, se sia possibile rispondere a lecite domande con ‘cosa ci possiamo fare, siamo appena arrivati?’. I nostri amministratori si rendono conto che le società sportive di Viadana devono spostarsi fuori dai confini comunali per permettere ai loro atleti di iniziare la stagione sportiva?”. “Alcune società – continua Federici – stanno pensando di emigrare in Emilia, alcune lo hanno già fatto e i nostri ragazzi cosa faranno? Siamo sbalorditi da questo immobilismo totale da parte dell’Assessore competente e del Sindaco. Ricordiamo inoltre che la Commissaria prefettizia ha stanziato nel Bilancio di previsione 2015 un contributo di € 10.000,00 da distribuire tra le società sportive che sono costrette ad emigrare fuori Comune o a utilizzare palestre private; tuttavia questa amministrazione non ha ancora pubblicato un bando per distribuire equamente tale cifra. Cosa sta aspettando? Vuole fare peggio della commissaria?”.

Dalle strutture alla giornata dello sport, che lo scorso anno, causa commissariamento, non si è svolta come da tradizione all’inizio di settembre e che “rappresentava una vetrina in piazza per le società sportive che potevano presentarsi ed ‘esporre’ le proprie attività ai ragazzi ed alle famiglie”: così Federici. “In una recente riunione è stato comunicato che la festa non verrà fatta nemmeno quest’anno. Chiediamo pertanto all’Assessore competente e all’Amministrazione comunale il motivo di questa scelta, chiediamo perché non sia stata fatta la festa dello sport visto che per il Comune rappresenta una manifestazione a costo zero e per tutte le società sportive Viadanesi rappresenta un ottimo ritorno in termini d’immagine e di pubblicità?”. Riteniamo che le società sportive necessitino oggi più che mai di un’Amministrazione comunale che sia loro d’aiuto e di supporto nella programmazione delle attività e non un ostacolo al oro operato”.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti