Commenta

Tutto pronto per
la 31esima edizione
dell’Esagonale del Po

esagonale-po_ev

Nella foto, gli stemmi delle sei province partecipanti all’Esagonale del Po

CASALMAGGIORE – Gli stemmi delle sei province partecipanti sono già stati sistemati a bordo pista, dove avverranno, come da 31 anni a questa parte, le premiazioni. Per il resto la Baslenga ha respirato, nella mattinata della vigilia dell’Esagonale del Po, aria azzurra con l’allenamento congiunto delle frecce nere dell’Atletica Interflumina, i velocisti Fausto Desalu, le cui imprese non hanno bisogno di presentazioni, e l’astro nascente Georgina Boateng, entrambi sotto lo sguardo vigile di Gian Giacomo Contini, allenatore e mentore. Desalu, oggi alle Fiamme Gialle, all’Esagonale di mercoledì pomeriggio non ci sarà, ma l’appuntamento resta uno dei più importanti a livello regionale, anzi interregionale, arrivando a coinvolgere le rappresentative provinciali di Cremona, Mantova, Reggio Emilia, Parma, Piacenza e Modena.

Un appuntamento giunto, come detto, alla 31esima edizione, che nel giro di tre ore, metterà in pista il meglio dell’atletica giovanile, ancora lontana dall’orbita azzurra – con qualche eccezione – ma pronta a spiccare il volo e dare spettacolo. Sarà anche, peraltro, l’occasione per testare i nuovi spogliatoi del piano terra della palestra Baslenga, rimessi a nuovo in estate dal comune, con tanto di rampa d’accesso per i disabili. E a proposito di atleti con disabilità, l’Esagonale del Po viene considerato, per alcuni di loro, come una prova generale verso i Campionati Italiani Paralimpici per Club, che Casalmaggiore, e la Baslenga, ospiteranno il 26 e 27 settembre. Non mancheranno, infatti, mercoledì pomeriggio, due gare Fispes dei 100 metri paralimpici, con Martina Caironi delle Fiamme Gialle, Monica Contrafatto del Paralimpico Difesa, Francesca Cipelli del Veneto Special Sport, Alessia Donizetti e Federica Maspero dell’Omero Runners Bergamo nel femminile e il beniamino di casa Michele Camozzi, Augusto Ravasio dell’Omero Runners Bergamo e Matteo Masiero con il suo atleta guida del Veneto Special Sport nel maschile tra i grandi protagonisti annunciati. Nel giavellotto Fispes invece spazio a Giacomo Poli, detentore del primato italiano.

Tornando alle gare per normodotati, l’Esagonale, in questo 2015 inserito nel programma di “Un Po di Sport”, sarà come ogni anno il meeting dei Memorial: dal Bruno Tartari di Marcia, all’Amedeo Bacchi sui 1000 metri, al Doralino Masseroni sui 110 ostacoli, al Mario Oliva sugli 800 metri, all’Alberto Baruffaldi riservato ai duecentisti. E ancora il Claudio Lodi Rizzini nel salto in alto, il Guido Guarneri per il salto con l’asta, il Paolo Corna sui 300 piani, per chiudere con il Maria Teresa Riccaboni sugli 80 metri. Ma praticamente tutte le discipline dell’Atletica Leggera saranno rappresentate, con Allievi e Cadetti in pista a partire dalle 17 fino alle 20 in un susseguirsi senza sosta di gare.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti