Commenta

Supercoppa, Vanoli infastidita:
‘Noi sempre aperti al dialogo,
spiacevole la mancanza di comunicazione’
Parla il presidente Aldo Vanoli

vanoli-supercoppa-ev

Interviene direttamente il presidente della Vanoli Basket, Aldo Vanoli, sulla vicenda della Supercoppa di volley, in extremis assegnata al Pala Radi di Cremona dopo ore di trattative e difficoltà legate all’esordio in campionato della Vanoli: la società di pallacanestro si mostra infastidita per come è stata gestita la vicenda da Comune e Pomì e parla chiaramente di una “spiacevole mancanza di comunicazione”. “Mai vorremmo che lo sport cremonese perdesse un’occasione come quella di ospitare la Supercoppa di volley femminile – si legge fra le altre cose -,  ma non possiamo nemmeno tollerare e subire decisioni di questo tipo, senza essere avvisati nei tempi corretti e a scapito della nostra programmazione e degli obblighi che come società abbiamo nei confronti della Legabasket”.

Ecco la lettera completa, diramata pubblicamente e firmata Aldo Vanoli.

Con la presente, rivolta a tutti gli sportivi cremonesi, la Guerino Vanoli Basket Cremona intende fare chiarezza circa la propria posizione sulla questione sollevatasi negli ultimi giorni in merito alla disputa della Supercoppa di volley femminile al PalaRadi in data sabato 10 ottobre 2015, e sugli accordi intercorsi tra la nostra società e il Comune di Cremona.

Come Guerino Vanoli Basket Cremona abbiamo recentemente prolungato fino al 30 giugno 2018 un accordo stipulato con il Comune di Cremona, alla presenza dell’Ill.mo Sig. Sindaco Gianluca Galimberti, dell’Assessore con delega allo Sport Mauro Platè e del Funzionario dell’Ufficio Economato Tania Secchi, per la concessione di utilizzo in esclusiva del PalaRadi, del quale detieniamo anche il diritto di superficie per la tribuna costruita nel 2009 a nostre spese. Lo consideriamo “casa nostra”, da ormai 15 anni vi giocano la prima squadra e le giovanili, ma non abbiamo mai chiuso la porta in faccia a nessun ospite per il bene dello sport, anzi. A costo di sacrifici, come già accaduto nella stagione 2014/2015, quando la società Pomì VBC Casalmaggiore per cause di forza maggiore ha dovuto lasciare il palazzetto di Viadana, non abbiamo esitato a rivedere i termini dell’accordo per poter ospitare al PalaRadi la società casalasca, come richiesto dall’Assessore Platè. Allo stesso modo, nel recente prolungamento dell’accordo con il Comune di Cremona, abbiamo di buon grado accettato di ospitare anche per la stagione 2015/2016 la società Pomì VBC Casalmaggiore, cui sono stati concessi i seguenti spazi, concordati dal Comune di Cremona e dalla Pomì VBC Casalmaggiore stessi, per gli impegni di campionato e Coppa:

– Per le giornate di campionato, in alternanza e con priorità alla Guerino Vanoli Basket.

– Un turno (2 ore) di allenamento pomeridiano, il venerdì antecedente la gara interna di campionato, nella fascia oraria dalle 16 alle 20 con priorità di scelta Guerino Vanoli Basket, senza stesura pavimentazione tecnica.

– Per le giornate (Mercoledi) di Coppa Campioni, con disponibilità anche il giorno precedente la gara.

Null’altro è stato discusso, concordato o concesso. Nel suddetto accordo, il Comune di Cremona può riservarsi il diritto di utilizzare e/o di dare in uso a terzi il PalaRadi, comunicandolo alla nostra società con un preavviso di 90 giorni. Purtroppo, per quanto riguarda la Supercoppa di volley femminile programmata in data 10 ottobre 2015, questi accordi sono stati subito disattesi a causa di una spiacevole mancanza di comunicazione, in quanto la nostra società non ha ricevuto alcuna precedente richiesta né dal Comune di Cremona né dalla società Pomì VBC Casalmaggiore, ma è venuta a conoscenza della “decisione” soltanto quando la notizia è stata comunicata ufficialmente da Legavolley femminile sul proprio sito, e in seguito riportata dai quotidiani locali e nazionali, in data 1 settembre 2015.

Mai vorremmo che lo sport cremonese perdesse un’occasione come quella di ospitare la Supercoppa di volley femminile, ma non possiamo nemmeno tollerare e subire decisioni di questo tipo, senza essere avvisati nei tempi corretti e a scapito della nostra programmazione e degli obblighi che come società abbiamo nei confronti della Legabasket, da parte di chi, per accordi da loro stessi raggiunti, è nostro ospite. In questa vicenda che colpisce la nostra società, i nostri tifosi e tutti gli appassionati sportivi cremonesi, siamo noi parte lesa e ciò che chiediamo è semplicemente il rispetto degli accordi in essere e trasparenza da parte della Pomì VBC Casalmaggiore nella volontà di utilizzare il PalaRadi in modo congiunto per tutta la stagione, restando sempre a disposizione e aperti al dialogo, principio base di una sana convivenza, anche per quanto riguarda la partita di Supercoppa del prossimo 10 ottobre, qualora ne venga fatta pubblica richiesta.

Per ogni ulteriore delucidazione in merito, oggi giovedì 10 settembre alle ore 18.30 è convocata una conferenza stampa al PalaRadi alla presenza di tutto il consiglio di amministrazione della Guerino Vanoli Basket Cremona.

Aldo Vanoli
Presidente Guerino Vanoli Basket

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti