Commenta

L@ Voc& ai giovani,
definiti il programma
e il calendario incontri

voce-giovani-casalmaggiore_ev

Nella foto la sala consiliare gremita per l’incontro

CASALMAGGIORE – Il sindaco di Casalmaggiore Filippo Bongiovanni, l’assessore alla Cultura Pamela Carena, l’esperta in bandi per il Casalasco Lara Cavalli e Uber Ferrari per l’Ufficio Politiche Giovanili: da loro è partito, attorno alle 12.30 in sala consiliare a Casalmaggiore mercoledì, il benvenuto per i partecipanti della prima riunione del progetto “L@ Voc& ai giovani”, che mira a premiare nel Casalasco la capacità imprenditoriale di ragazzi dai 18 ai 35 anni. Un incontro meramente organizzativo per un progetto finanziato dalla Regione e giunto addirittura terzo in Lombardia, con poco meno di 100mila euro a disposizione da dividere ora tra le proposte che saranno selezionate dal bando.

Tanti i comuni che partecipano – Casalmaggiore come capofila, poi Cingia dè Botti, Gerre dè Caprioli, Gussola, Motta Baluffi, Pieve d’Olmi, San Daniele Po, San Giovanni in Croce, San Martino del Lago, Scandolara Ravara, Solarolo Rainerio, Stagno Lombardo, Torre dè Picenardi e Voltino – e tutti hanno già approvato, nelle rispettive giunte, il progetto, che vede la partecipazione anche della Fondazione Santa Chiara (era presente Antonella Maccagni), del Concass (con Katja Avanzini) e di varie biblioteche, associazioni giovanili e realtà locali. Di fatto si è dunque pianificato il lavoro e sono state definite le prossime tappe.

Entro il 26 settembre potranno essere presentate osservazioni a questa prima fase, dopo che il giorno prima, il 25 settembre alle ore 19, vi sarà un secondo incontro anche con le aziende interessate al progetto, su tutte Fabbrica Digitale, presso piazza Turati a Casalmaggiore. Entro metà ottobre, poi, sarà pubblicato un avviso pubblico di partecipazione, mentre entro metà novembre si entrerà nella fase-2 ossia nell’orientamento per i ragazzi. Il tavolo tecnico sarà costituito da Pamela Carena per il comune di Casalmaggiore, da Lara Cavalli per la supervisione territoriale, da Francesco Meneghetti per Fabbrica Digitale, da Officine On/Off per le reti locali e dall’associazione Torre di Controllo di Torre dè Picenardi per le associazioni giovanili.

Il bando durerà da metà novembre a metà dicembre, un mese intero nel corso del quale i vari progetti potranno essere presentati. Venticinque saranno i giovani prescelti, mediante 35 punti assegnati in parte dal curriculum (5 punti), in buonissima percentuale dal valore del progetto (20) e definiti anche dal colloquio motivazionale (10). Nel mentre è stato presentato, da Romina Stringhini per Fabbrica Digitale, anche il nuovo logo dell’iniziativa. Una parte rossa che rappresenta una testa pensante, con rotelle e ingranaggi, e una azzurra che raffigura un fumetto che parla, che sta a significare dialogo e attenzione. Non manca poi una curva, che ricorda il fiume Po ma raffigura anche la curva di svolta possibile nella vita dei ragazzi che vedranno realizzato il loro progetto. I prossimi incontri sono già stati fissati a San Giovanni in Croce (8 ottobre ore 21), a Gussola (15 ottobre ore 21) e a Stagno Lombardo (21 ottobre ore 21). In questo modo, dividendo cioè in microzone il territorio, si favoriranno anche i comuni più lontani da Casalmaggiore.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti