Commenta

Terre d’Oglio in vetrina
a Expo. Renoldi: “Lustro
a nostre tradizioni”

expo-ev

Nella foto Expo Milano

MILANO – Il progetto “Tradizioni alimentari nelle Terre d’Oglio – Leve Attrattive per Expo”, con capofila l’Unione Terre d’Oglio (e dunque i comuni di Commessaggio, Gazzuolo, San Martino dall’Argine) è stato invitato a un tavolo regionale di buone prassi nel settore agro-alimentare. Nel cuore di Expo, presso lo spazio di Regione Lombardia, venerdì 18 settembre, il promotore del progetto per l’Unione Terre d’Oglio (Alessio Renoldi, sindaco di San Martino dall’Argine, accompagnato dal Gal quale assistenza tecnica) avrà l’opportunità di presentare l’iniziativa ad altre 11 realtà lombarde.

Un incontro propositivo, per favorire una rete tra chi si è impegnato a sostenere Regione Lombardia nel valorizzare il settore agro-alimentare insieme al patrimonio identitario, culturale e storico regionale. “Il nostro progetto ha un tema spesso sottovalutato – spiega il sindaco di San Martino – ossia quello degli eventi della tradizione enogastronomica. Poco valore viene dato a iniziative che invece coinvolgono tutta la comunità di un paese, su tradizioni culinarie centenarie (come il luartis, lo stracotto d’asino…), attraendo visitatori che in alcuni casi raggiungono le migliaia di unità”. L’obiettivo è supportare questi eventi, storici e profondamente vissuti dal cittadini, intervenendo sugli spazi pubblici di accoglienza con servizi (wi-fi, info point) e potenziando la visibilità (segnaletica, promozione web). Il tutto in sinergia con le iniziative sull’attrattività che coinvolgono il territorio e non solo, come il Distretto dell’Attrattività Territoriale e OP.

“Proporremo di condividere un progetto regionale sulle feste storiche tradizionali – chiosa il sindaco dando voce anche agli altri partner (oltre a Commessaggio e Gazzuolo, il Parco Regionale dell’Oglio Sud, l’Associazione Imprimatvr, la Pro Loco di S.Martino dall’Argine, il Circolo La Torre, l’AVIS Gazzuolo) – per non rischiare di disperdere un patrimonio di valori e identità che fanno la ricchezza dei territori”.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti