Commenta

Lega Nord: “Provincia
di Mantova esca
dal Gal Oglio Po”

pasetti-ev

Nella foto, Cedrik Pasetti

MANTOVA – Il gruppo della Lega Nord provinciale mantovano ha presentato un ordine del giorno in vista del prossimo Consiglio virgiliano avente per oggetto la dismissione della partecipazione societaria dell’ente nel Gal Oglio Po Terre d’Acqua. Una proposta, firmata dal consigliere provinciale Cedrik Pasetti, che tiene conto di come “il Consiglio sin dal 2012 ha proceduto alla dismissione della partecipazione societaria in alcune società partecipate, così come prossimamente dovrà decidere sulla dismissione della Valdaro s.p.a.”. “Di queste dismissioni – scrivono dalla Lega Nord – è dovuta all’art. 3, comma 27 della Legge n. 244/2007 (Legge Finanziaria 2008), la quale stabilisce che, al fine di tutelare la concorrenza ed il mercato, le amministrazioni di cui all’art. 1, comma 2 del Decreto Legislativo n. 165 del 30.03.01 e s.m.i., non possono costituire società aventi per oggetto attività di produzione di beni e servizi non strettamente necessarie per il perseguimento delle proprie finalità istituzionali, né assumere o mantenere direttamente partecipazioni, anche di minoranza, in tali società”.

Spetta dunque al Consiglio “valutare quali siano le partecipazioni ritenute non più strettamente necessarie per il perseguimento delle finalità istituzionali della Provincia di Mantova  e decidere di procedere alla loro dismissione”. Considerato che “il Gal Oglio Po-Terre d’acqua tra l’altro è destinato ad essere posto in liquidazione in quanto con il nuovo piano di sviluppo rurale 2014-2020, non potrà partecipare al bando per l’assegnazione dei fondi se non costituendosi in un partenariato nuovo”, “l’attuale Gal Oglio Po non ha titoli per partecipare al bando. Dovrà essere, in altri termini, una società nuova e diversa dall’attuale. In particolare, peraltro, a capo non vi dovranno più essere, per legge, sindaci o figure amministrative”.

Partendo da questi presupposti la Lega ritiene che il consiglio provinciale di Mantova debba considerare “non più strategica per il perseguimento dei fini istituzionali dell’Ente, la partecipazione della Provincia di Mantova nella società consortile “Gruppo d’azione locale-Gal Oglio Po-Terre d’Acqua”, “autorizzare la dismissione totale, nelle forme previste dalla vigente normativa e dallo statuto sociale, della totale partecipazione nella società “Gruppo d’azione locale-Gal Oglio Po-Terre d’Acqua”, “richiedere all’Amministrazione Provinciale e al Presidente stesso di compiere tutte quelle formalità necessarie per la dismissione della società de qua”.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti