Commenta

Nati per leggere:
biblioteca, istituzioni
e volontari insieme

biblioteca_ev

Nella foto, la biblioteca di Casalmaggiore

CASALMAGGIORE – La biblioteca di Casalmaggiore ha aderito al Progetto nazionale ‘Nati per leggere’ già a partire dal 2002, con una serie di azioni che coinvolsero numerosi soggetti, che hanno poi portato alla creazione della sezione Prime Letture, con una dotazione libraria vasta e articolata e all’allestimento di uno spazio accogliente per i piccoli lettori. Recentemente, grazie all’importante avvio dato al progetto da parte della Rete Bibliotecaria Cremonese e dell’Amministrazione provinciale, si è creata in Casalmaggiore una solida alleanza tra professionisti e istituzioni, che costituisce sicuramente un terreno fertile per una progettualità che si sta “retificando”. Accanto al Comune di Casalmaggiore e alla Biblioteca civica, sono stati coinvolti: i pediatri di base del Centro medico Co.Me.Te, un gruppo di volontari lettori, il Consultorio familiare, l’ASL, l’Asilo Nido comunale. Presso il Centro Co.Me.Te in aprile era partita la prima esperienza di lettura ad alta voce da parte di alcuni volontari lettori, nello spazio appositamente allestito ed attrezzato. Gli incontri sono continuati due volte alla settimana fino a giugno e riprenderanno ad ottobre sempre due volte alla settima.

La forza del progetto a Casalmaggiore sta proprio in questa congiuntura molto favorevole che non si era mai verificata prima, la collaborazione tra operatori, istituzioni e volontari che produce un reciproco rinforzo, ossia un messaggio risonante che diversi soggetti rivolgono alle famiglie: l’invito a leggere ai bambini ad alta voce dai sei mesi ai cinque anni di età. E’ apparso pertanto importante programmare azioni convergenti e sinergiche per assolvere alla missione del progetto e per non vanificare gli sforzi fino ad ora portati avanti. Per questa ragione la Biblioteca civica di Casalmaggiore e Rete Bibliotecaria Cremonese organizzano un corso di formazione che ha lo scopo di diffondere la pratica della lettura ad alta voce ai bambini di età compresa tra zero e sei anni e di formare lettori volontari che sostengano i bibliotecari e i professionisti della salute nella campagna di sensibilizzazione indirizzata alle famiglie sull’importanza della lettura ad alta voce.

Il corso ha tra i suoi patrocinanti anche il Centro medico COMETE che sostiene e promuove il Progetto Nati per leggere, grazie alla straordinaria sensibilità dimostrata in particolare dalla Dottoressa Antonella Cozzini, la quale credendo profondamente nel potere della lettura e dei libri, promuove in prima persona il Progetto. Destinatari: il corso è destinato agli operatori (bibliotecari, educatori, pediatri di famiglia e di comunità, operatori sociosanitari delle cure primarie, operatori delle associazioni culturali e di sostegno alla genitorialità) e ai volontari lettori che si impegnano a diffondere il programma a livello territoriale. Obiettivi: conoscere le finalità, i principi portanti e le modalità operative di NpL, i benefici per il bambino della lettura, le fasi di sviluppo del bambino, le caratteristiche dei libri adatti alla fascia dalla nascita ai 6 anni. Il corso ha l’obiettivo di fornire, a chi ha scelto di iniziare un percorso come lettore volontario Nati per Leggere, gli strumenti basilari per operare nei contesti individuati.

L’Assessore alla Cultura Dottoressa Pamela Carena: La Biblioteca ha dunque una missione incalzante: diffondere la pratica della lettura ad alta voce ai bambini di età compresa tra zero e sei anni. Ricerche scientifiche ormai consolidate dimostrano come il leggere ad alta voce con continuità ai bambini in età prescolare abbia una positiva influenza sia dal punto di vista relazionale perché costituisce un’opportunità di relazione tra bambino e genitori, che cognitivo in quanto si sviluppano meglio e più precocemente la comprensione del linguaggio e la capacità di lettura. La lettura condivisa consolida inoltre nel bambino l’abitudine a leggere, che si protrae nelle età successive grazie all’approccio precoce legato alla relazione. Ogni bambino ha diritto a essere protetto non solo dalla malattia e dalla violenza ma anche dalla mancanza di adeguate occasioni di sviluppo affettivo e cognitivo. Nati per Leggere è uno straordinario progetto di comunità, trasversale rispetto ai tanti progetti che il Settore cultura del Comune di Casalmaggiore porta avanti e pervasivo, perché rivolgendosi ai bambini, entra in tutte le famiglie e in tutte le istituzioni. Ma è un progetto di comunità perché ne cambia profondamente il futuro, coltivando fin dalla tenera età e facendo crescere giovani lettori. “Noi crediamo nella virtù rivoluzionaria della cultura che dona all’uomo il suo vero potere”.

Il programma Nati per Leggere a livello nazionale e in Lombardia:
le indicazioni dei pediatri
venerdì 2 ottobre dalle 15.00 alle 17.00
relatori: Dr.ssa Megi Clerici Schoeller, pediatra, Coordinamento nazionale Nati per Leggere, Giovanna Malgaroli, referente di NPL per Regione Lombardia

Nati per Leggere e lettura dialogica: a chi e come
venerdì 9 ottobre dalle 10.00 alle 12.00
relatore: Dr. Costantino Panza, pediatra-Associazione Culturale Pediatri
Questo incontro si svolge nell’ambito della settimana dedicata alla promozione dell’allattamento al seno “Nutri la vita … in tutte le lingue del mondo” a cura di ASL Cremona.

Ruolo e compiti dei volontari lettori: quali libri e quali letture
giovedì 22 ottobre dalle 16.30 alle 18.30
relatrici: Paola Zanini , bibliotecaria e Mariangela Agostini, esperta di promozione della lettura

Esperienze di lettura ad alta voce: indicazioni per volontari lettori e insegnanti
venerdì 30 ottobre dalle 16.30 alle 18.30
relatrice: Mariangela Agostini, esperta di promozione della lettura

Gli incontri si terranno presso la Biblioteca civica di Casalmaggiore, via Marconi 8.
La partecipazione al corso è gratuita. E’ gradita l’iscrizione. Per informazioni rivolgersi a
Santina Maldotti tel. 0375 43682. – info@biblioteca.casalmaggiore.cr.it

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti