Commenta

Lunga coda benefica
per l’International
Music Festival

Perrotta-ev

Nella foto, Maria Perrotta

CASALMAGGIORE – Le cose belle si vorrebbe continuassero per sempre. Questo sembra stiano pensando Angelo Porzani e Massimo Araldi, rispettivamente presidente e “anima” del Casalmaggiore International Music Festival. La manifestazione raccoglie d’estate a Casalmaggiore ormai da vent’anni giovani musicisti da tutto il mondo che qui vengono a studiare e perfezionare, portandolo in certi casi a livelli stratosferici, il loro talento musicale. Così come per la storica rassegna di Salsomaggiore dove il presentatore di turno diceva alle belle che rimanevano in gara “per te Miss Italia continua” anche Araldi e Porzani desiderano che il prestigioso appuntamento estivo di musica da camera e classica resti il più possibile legato a Casalmaggiore. “Tre concerti del medesimo genere nel corso dell’anno per tenere viva la fiammella”: hanno spiegato entrambi durante la conferenza stampa di sabato pomeriggio in biblioteca. Il primo appuntamento sarà mercoledì sera nel Teatro comunale con la prestigiosa pianista Maria Perrotta una giovane talentuosa musicista di cui si stanno occupando i principali organi d’informazione per sottolineare come ci si trovi difronte ad uno dei veri astri del pianista mondiale nonostante si tratti di una figura schiva e poco conosciuta. Maria Perrotta inizierà proprio a Casalmaggiore mercoledì, dopo le prove il giorno prima a Rubiera, una tournée nei luoghi più ambiti della musica internazionale. Il repertorio comprenderà brani di Mozart, Brahmas e Schubert. Durante l’intervallo ci sarà spazio per divulgare un messaggio di pace e solidarietà da parte di una Onlus, la Amis di Gussola, che opera in Africa con padre Anselmo. Con la pianista Maria Perrotta, che utilizzerà il fantastico Fazioli, di proprietà comunale. Avranno anche la possibilità di incontrarsi gli studenti delle scuole superiori di Casalmaggiore a cominciare dal mattino per una sezione speciale di musica. La sera poi gli stessi studenti potranno assistere al concerto gratuitamente mentre il pubblico entrerà in Teatro spendendo solo 10 euro. Obiettivo di Araldi e Porzani, a cui ad un certo punto si è aggregato il sindaco Filippo Bongiovanni a testimonianza del sostegno all’iniziativa da parte dell’Amministrazione comunale, è quello di allestire altri due concerti nei mesi invernali sempre per tenere viva la fiammella dell’interesse attorno all’International Music Festival di cui nell’estate del 2016 si terrà la ventesima edizione.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti