Commenta

Museo Diotti, una sala
allestita con gli arredi
della farmacia comunale

diotti-farmacia-ev

Nella foto, i nuovi arredi nella sala di Palazzo Diotti

CASALMAGGIORE — Una sala del Museo Diotti si arricchisce di arredi grazie al lascito del farmacista Francesco Marcheselli. Sabato 10 ottobre, alle ore 17, in collaborazione con l’Azienda Farmaceutica Municipale verrà mostrata al pubblico la stanza del palazzo di via Formis allestita nel corso dell’estate con i mobili provenienti dalla farmacia di piazza Garibaldi, rinnovata negli scorsi mesi. “Il nuovo allestimento – illustra l’assessore alla Cultura del comune di Casalmaggiore, Pamela Carena -, realizzato in uno spazio adibito ad archivio che potrà in futuro essere aperto al pubblico in occasione di visite guidate, ha consentito di mantenere unito e dare piena valorizzazione al nucleo principale di arredi e opere d’arte pervenuti in eredità al Comune di Casalmaggiore nel 1936 dal farmacista Francesco Marcheselli. Si ricorda infatti che nella stessa circostanza i Marcheselli avevano donato il grande dipinto di Amedeo BocchiSull’impalcatura (1906) che oggi costituisce l’opera più prestigiosa del Museo Diotti. Si ricompone, dunque, non solo idealmente, un patrimonio artistico familiare, la cui donazione ha concorso in maniera significativa alla formazione delle civiche raccolte d’arte. La storia di quel lascito sarà illustrata dal professor Valter Rosa, Conservatore del Museo”.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti