Commenta

Pomì vs Busto
finisce tre, anzi
quattro a zero

pomi-firenze-ev

CREMONA – La Pomì Casalmaggiore archivia con un convincente successo l’amichevole disputata con la Unendo Yamamay Busto Arsizio al Pala Radi e può guardare con ottimismo alla ventesima Supercoppa Italiana che sabato alle 17,30 sempre nel palazzetto cremonese la vedrà opposta all’Igor Gorgonzola per il primo trofeo della stagione. Quattro i set disputati tutti vinti dalle ragazze di Barbolini che ha messo da subito in campo le giocatrici rientrate dalle rispettive nazionali ottenendo ampi consensi. Una squadra, quella campione d’Italia, che ha impressionato in tutti i reparti, nella condizione fisica e nell’intesa d’attacco che ha fatto registrare un 70% e un 55% di positività rispettivamente nel primo e nel terzo set, con Lloyd a dispensare ottime giocate a tutte le proprie bocche da fuoco. A parziale scusante la formazione bustocca può addurre il mancato utilizzo di Lowe ed Hagglund, sicuramente elementi di cardine nello scacchiere di Mencarelli. Come detto la Pomì testa da subito la formazione base, Lloyd si schiera in diagonale con Kozuch, Tirozzi e Piccinini sono le due attaccanti ricevitrici, Gibbemeyer e Stevanovic la coppia centrale, Sirressi occupa il posto di libero. In diciassette minuti le rosa archiviano il primo parziale con Kozuch e Stevanovic (per lei cinque punti con tre muri) sopra le righe. Nel secondo set cala la percentuale d’attacco, qualche errore di troppo mina il predominio di Tirozzi e compagne ma la sostanza non cambia con Gibbemeyer che sale in cattedra (cinque punti di cui due aces) ed il set che termina a favore delle rosa con tre punti di margine. Torna a far male sotto rete la formazione di Barbolini nel terzo set, Lloyd alterna bene tra giocate al centro e palle larghe e il muro bustocco non contiene, ancora una volta la vittoria del set è netto per la Pomì. Nonostante il risultato acquisito si disputa anche un quarto gioco che vede prevalere nuovamente Casalmaggiore anche se in maniera meno netta, con il recupero sulle avversarie avanti 18-19, firmato da una strepitosa Gibbemeyer protagonista di una conversione  a punto  in attacco e di due block davvero invalicabili. Tante le indicazioni positive colte dallo staff tecnico casalasco che ha fra l’altro provato valide alternative, vedi l’ingresso di Bacchi per Tirozzi nel terzo set e l’impiego della stessa casalasca per Piccinini nel quarto, ma anche il cambio della diagonale di palleggio in quasi tutti i set con l’ingresso di Cambi e Matuszkova per Kozuch e Lloyd. Domani sarà già vigilia di Supercoppa, sabato il grande match con l’Igor Gorgonzola. Un inizio di stagione che promette spettacolo.

POMI’ CASALMAGGIORE 3

UNENDO YAMAMAY BUSTO ARSIZIO  0

(25-14, 25-22, 25-14)

Quarto set supplementare 25-22

Note: durata set 17’, 23’, 18’, 22’. Ace: Pomì 6, Unendo Yamamay 5. Battute sbagliate: Pomì 9, Unendo Yamamay 9. Muri: Pomì 18, Unendo Yamamay 8. Ricezione: Pomì 55% (prf 38%), Unendo Yamamay 44% (prf 17%).

Mauro Vigna

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti