Commenta

Errori informatici,
Torchio e sistemazione
del sito del comune

computer-ev

BOZZOLO – Errori informatici: sarebbe questa la causa delle famose votazioni fantasma criticate dalla minoranza di Bozzolo che ha chiesto spiegazioni al sindaco Giuseppe Torchio, richiedendo altresì la convocazione di un consiglio comunale straordinario. Perché infatti i nomi del vicesindaco Nicola Scognamiglio, dell’assessore Alice Borsari e della segretaria Livia Boni continuano ad apparire nelle varie delibere, nonostante i due assessori non facciano più parte della giunta né la segretaria della macchina comunale?

Torchio ha risposto non direttamente alla minoranza, come potrebbe fare nelle prossime ore, ma scrivendo a Orazio Repetti, consulente informatico dell’Unione Foedus e dunque di Bozzolo. “Al netto della critica politica che appartiene al libero gioco democratico che porta la minoranza a rilevare una serie di anomalie che, ne convengo, nuocciono al buon nome della nostra amministrazione comunale – scrive il sindaco – è stato rilevato, a più riprese, che, mentre nelle delibere in chiaro, stampate dagli uffici, l’avvicendamento intercorso, sia a livello di assessori che di segretario comunale, viene puntualmente documentato, ciò non avviene nel sito on line ove ricorrono ancora i vecchi nomi. Nelle griglie dei componenti della Giunta appaiono alcuni nomi che sono da mesi sostituiti, al pari del riferimento al segretario comunale che, nel frattempo, é senz’altro cambiato”.

Da qui la richiesta di porre una soluzione definitiva anche e soprattutto a livello informatico, dove sta evidentemente l’inghippo. “Nel riferire il crescente imbarazzo dei dipendenti comunali e della stessa Giunta per una vicenda così antipatica, ribadisco anche a lei – scrive Torchio rivolto a Repetti – quanto già protocollato con ben due lettere di richiesta di rettifica di atti di Giunta riferiti al protocollo informatico. Nella stagione dei click ‎day, dove tutto si decide, anche e soprattutto le graduatorie delle domande di finanziamento, nel battito di un’ala, le chiedo di provvedere celermente ad introdurre correzioni, codici e memorie informatiche adeguate ad evitare il ripetersi di errori perniciosi per l’immagine dell’Ente, dei suoi dipendenti e dei suoi amministratori. Diversamente ci vedremo costretti ad intervenire per altra via”.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti