Commenta

Rugby Viadana,
Mogliano amara:
ko già nel primo tempo

rugby-viadana_ev

MOGLIANO RUGBY v RUGBY VIADANA 1970 33–21 (20-0)

Marcatori: p.t. 5′ m. Filipucci tr. Barraud (7-0), 24′ c.p Barraud (10-0), 34′ c.p Barraud (13-0), 41′ meta tecnica mischia tr. Barraud (20-0), s.t.  47′ c.p Odiete (23-0) , 50′ m. Pavan G. tr.  McKinley (23-7), 53′ m. Ceccato E. tr. Barraud (30-7), 57′ m.  McKinley tr.  McKinley (30-14), 64′ m. Krumov tr. McKinley 30-21),  73′ c.p. Barraud (33-21)

MOGLIANO RUGBY: Odiete, Guarducci, Ceccato Enrico, Pavan Riccardo, Buondonno (76′ Onori), Barraud(41’ temporaneo Semenzato)(47′ st. Barraud), Endrizzi(56′ Semenzato), Filippucci (cap.)(56′ Halvorsen), Saccardo, Riccioli, Van Vuren, Bocchi(73′ Maso), Fernandez Rouyet(71′  Rapone), 2 Ferraro( 62′  Buonfiglio), Zani (62′ Ceccato Andrea). all.: Galon

RUGBY VIADANA 1970: Gennari, Melegari(48′ Lombardo), Delport, Pavan Gilberto, Manganiello, McKinley, Gregorio (46′ Apperley), Monfrino (41′ Gerosa),  Delnevo, Manuini (59′ Du Plessis), Caila, Krumov, Romano (48′ Irving), Santamaria (cap.)(59′ Scalvi), Marchini(41’ Cafaro). all.: Steyn

arb.: Liperini

g.d.l.: Angelucci, Cusano

quarto uomo: Giacomin

Cartellini: 32′ giallo a McKinley (Rugby Viadana 1970), 40′ giallo a Delnevo (Rugby Viadana), 63′ giallo a Saccardo (Mogliano Rugby)

Calciatori: McKinley (Rugby Viadana 1970) 3\5, Barraud (Mogliano Rugby) 6\7, David Odiete (Mogliano Rugby) 1\1

Note: Spettatori circa 600, serata umida ma senza pioggia.

Punti conquistati: MOGLIANO RUGBY 4 , RUGBY VIADANA 1970 0

Man of the match: David Odiete (Mogliano Rugby)

LA CRONACA DEL MATCH – Al terzo minuto di gioco Ian McKinley si presenta dalla piazzola per smuovere il punteggio, ma il calcio è dalla lunga distanza ed arriva corto. Al 5′ Mogliano rompe il silenzio con una maul che fa molta strada e porta capitan Filippucci alla meta trasformata da Barraud (0-7). Viadana non accusa il colpo e si getta subito alla ricerca di punti per accorciare o annullare il gap temporaneo ed al 10′ la formazione giallonera si ritrova sui cinque metri avversari per una mischia ordinata con introduzione veneta, ma la squadra di casa si difende bene. Viadana macina gioco e risale il campo con Gennari che gestisce bene, in questa fase, il gioco al piede  e Manganiello è un ottimo portatore di palloni. Le prime mischie però sono appannaggio dei biancoblù con conseguente guadagno territoriale. Al 20′ provvidenziale placcaggio di Melegari che salva in extremis una meta che avrebbe scavato un solco importante; l’arbitro Liperini ritorna su un fuorigioco precedente e Barraud può andare dalla piazzola, ma il tentativo dell’apertura francese manca di precisione,  mentre al 25′  i tre punti arrivano a portare il parziale sul 10-0 per il  XV allenato dai coach Galon e Properzi. Al 35′ anti gioco di McKinley che si prende il cartellino giallo dall’arbitro Liperini per irregolarità su Odiete e Barraud porta a 13 i punti per la propria squadra. Alla fine del primo tempo i gialloneri vanno in doppia inferiorità numerica per l’ammonizione a Delnevo ed i padroni di casa raddoppiano con una meta tecnica più trasformazione che fissa il parziale  dei primi quaranta minuti sul 20-0. Si torna negli spogliatoi con qualche interrogativo in mischia e sulla disciplina.

Nel secondo tempo rientra in campo McKinley e Krumov passa terza centro con Gerosa all’esordio stagionale in seconda linea per aumentare la potenza di spinta  in mischia e l’altezza delle torri in touche. Al 7′ è ancora il Mogliano a fare strada con altri tre punti al piede firmati da Odiete per la sostituzione temporanea di Barraud. Al 10′ Viadana ottiene un calcio di punizione che McKinley spedisce in touche sui 5 metri, il drive dopo un abbrivio iniziale si ferma, Apperley estrae l’ovale e Gilberto Pavan disegna una linea di corsa che lo porta in meta, subito trasformata da McKinley. La sfida vive di continui sussulti ed al 15′ i padroni di casa trovano il terzo sigillo con Enrico Ceccato e Barraud va  a trasformare per 30 a 7. In casa viadanese la touche, in questo frangente, funziona ed ancora sui 5 metri  avversari si ripresenta la stessa situazione con  McKinley che questa volta va a segno e trasforma accorciando le distanze (30-14). Viadana aumenta i giri del motore con l’ex Leinster che dirige con sapienza e dalla stessa piattaforma sui cinque metri la touche è ancora vincente, la meta è firmata da Krumov e McKinley trasforma per il 30-21. Si entra nell’ultimo quarto di gara e Viadana dà fondo a tutte le energie fisiche e mentali per una lotta contro il tempo e per produrre il massimo sforzo con l’obiettivo minimo di intascare due punti di bonus.  Al 33′ l’episodio che  determina in modo decisivo le sorti dell’incontro con l’arbitro Liperini che sanziona la mischia giallonera e Barraud allunga con altri tre punti al piede il divario nel punteggio (33-21), risultato su cui si chiude la sfida del Quaggia di Mogliano Veneto.

SPAZIO INTERVISTE

GAMBOA: “Abbiamo sbagliato l’inizio della partita e dovevamo mettere più carattere. Nel secondo tempo abbiamo sistemato la fase di conquista senza concretizzare quanto prodotto. In queste sfide serve maggiore personalità. Qualcosa di positivo? L’atteggiamento del secondo tempo ed il ritorno in campo di Du Plessis”.

GENNARI: “Primo tempo da dimenticare anche nell’approccio oltre che nella prestazione. Di buono va tenuta la mentalità con cui siamo rientrati in campo cercando di diminuire il gap. Nel secondo tempo l’andamento era più a nostro favore, ma non abbiamo centrato l’obiettivo minimo dei due punti di bonus”.

Alessandro Soragna

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti