Commenta

Pomì Casalmaggiore
verso la settimana
di fuoco in trasferta

pomi-fine-ev

Nella foto Stevanovic schiaccia (foto Sessa)

CASALMAGGIORE – E’ al completo da poco più di dieci giorni ma la Pomì Casalmaggiore si è già tolta la soddisfazione di aggiudicarsi la Supercoppa Italiana grazie al successo sull’Igor Gorgonzola e di superare nell’esordio in campionato la neo promossa Obiettivo Risarcimento Vicenza. La superiorità messa in atto sabato al Pala Radi al cospetto della formazione veneta è stata indiscutibile come riconosciuto anche dagli avversari in sede di conferenza stampa ma questo non significa che la formazione di Massimo Barbolini non possa e non debba alzare ulteriormente l’asticella anche perchè in vista c’è un trittico di impegni da brividi, le due trasferte sui campi della Foppapedretti Bergamo (sabato ore 18,15 diretta Rai Sport 1) e dell’Imoco Volley Conegliano (domenica 1 Novembre ore 18,00) inframezzate dallo storico esordio in Champions League di martedì 27 alle ore 17,00 sul campo del VitrA Eczacibasi campione d’Europa in carica.

Proprio in vista di un ulteriore salto di qualità la squadra si è rimessa al lavoro sin da lunedì pomeriggio e da martedì al ritmo di due sedute giornaliere. L’intensità degli allenamenti è elevata e la cura dei fondamentali e dei  particolari minuziosa. Tutto ciò tornerà utile nelle gare a venire per contrastare la caratura degli avversarie che le rosa si troveranno di fronte a partire dalla Foppapedretti dell’ex Alessia Gennari, sconfitta nel primo turno di campionato al Pala Verde al cospetto dell’Imoco, ma protagonista di una gara dagli elevati contenuti tecnici e sorretta da un’ottima condizione atletica e dalla fisicità di alcuni dei propri elementi. Da domani si inizierà a ragionare in ottica Bergamo e a studiare la tattica da mettere in campo per contrastare la formazione di Lavarini che cercherà di sfatare la tradizione negativa che tra le mura amiche l’ha sempre vista sconfitta (due volte su due) dalle casalasche in cinque set.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti