Commenta

“Solchi Sperimentali
Italia”, Cresti ritorna
a Casalmaggiore

cresti-solchi-sperimentali_ev

Nella foto un momento della presentazione e il nuovo volume di Cresti con l’invito casalese

CASALMAGGIORE – La scena musicale italiana è anche uno scrigno che racchiude centinaia di avventure nell’ambito della ricerca sonora e della sperimentazione, spesso ammirate anche in paesi stranieri. Il volume “Solchi sperimentali Italia” tenta di riannodare tutti questi fili nascosti per offrire la giusta visibilità ad un panorama creativo di altissimo livello, capace di esibire assolute eccellenze nell’ambito della espressione musicale altra; “un viaggio che inizia a metà anni sessanta, con gli esperimenti in ambito elettroacustico ed i primi tentativi di psichedelia free form, e che arriva ai giorni nostri, dopo aver attraversato le zone più varie del panorama musicale”.

Giovedì 29 ottobre, alle ore 20.30, verrà presentato nella Sala riunioni della Biblioteca civica “A. E. Mortara” di Casalmaggiore – Via Marconi, 8 – la prima grande guida alle sperimentazioni musicali italiane: “Solchi sperimentali Italia” di Antonello Cresti, che già era stato ospite a Casalmaggiore, sempre in biblioteca, lo scorso anno. L’autore converserà con Davide Gonzaga, mentre sono previste musiche di accompagnamento realizzate da Francesco Paladino. Il  libro si preannuncia interessante in termini di studio e di stimolo alla ricerca musicale. Nell’opera è presente un bel ricordo del compianto artista Claudio Rocchi. L’operazione di riscoperta e valorizzazione compiuta da Cresti con questo libro è significativa per dimensioni e per capacità documentative. Animato dalla usuale volontà inclusiva e da una contagiosa passione “Solchi sperimentali Italia” è impreziosito da circa 170 interviste e contributi esclusivi, in grado di dare al libro una inusuale, ammirevole, qualità dialogica.

Antonelli Cresti è saggista, compositore e giornalista, si occupa prevalentemente di controcultura, musica underground, spiritualità, mondo britannico, argomenti ai quali ha già dedicato otto libri, usciti per varie case editrici. Col collettivo Nihil Project ha pubblicato apprezzati album in ambito sperimentale. Collabora regolarmente con un ampio numero di testate cartacee e web, tra le quali Il Manifesto, Alias, Left, Rockerilla, Il Garantista, Aam Terra Nuova, PaginaUno, Psycanprog. Per Crac Edizioni Antonello Cresti ha già pubblicato il volume “Solchi Sperimentali”. Una guida alle musiche altre,  punto di arrivo di venti anni di ascolti “matti e disperatissimi” già presentato anche nella Biblioteca di Casalmaggiore. L’evento è a ingresso libero.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti