Commenta

Andrea Devicenzi,
(ri)parte da Cremona
2° Giro Formativo

devicenzi-ev-620x310

Nella foto Andrea Devicenzi durante uno degli incontri a scuola

MARTIGNANA DI PO – Riparte da un nuovo sito e soprattutto con un nuovo grande Giro d’Italia, l’avventura di Andrea Devicenzi, ormai pronto per la seconda edizione, appunto, del Giro d’Italia Formativa. La prima novità, per cominciare, riguarda l’attivazione del sito www.progetto22.it, che seguirà passo passo le varie imprese dell’atleta amputato di Martignana di Po. “Progetto 22 ha visto la luce lo scorso anno in ottobre, iniziando ufficialmente la sua attività alla grande con il 1° Giro d’Italia Formativo – spiega Andrea – . Tredici città, oltre 1.000 chilometri percorsi in sella alla due ruote a pedali e 3.500 ragazzi incontrati direttamente nelle scuole”. Un’avventura filmata che è possibile rivivere a questo link: https://youtu.be/lwb5j5UphUw.

Andrea poi prosegue, spiegando che “ora, grazie al sito internet, riusciremo ad avere ancora più contatti, informazioni, rubriche per i nostri ragazzi. L’intenzione è proprio quella di farlo diventare un punto di riferimento per loro su cui condividere idee, progetti, attraverso le varie rubriche che andremo man mano a pubblicare, che riguarderanno il Benessere, Recensioni, Sport, Viaggi e qualsiasi altro tema chiunque voglia andare a condividere”.

Intanto il 2° Giro d’Italia Formativo è pronto a partire: il 2 novembre prenderà infatti il via da Cremona, anziché da Parma come lo scorso anno, e nel giro di tre settimane toccherà di fatto tutta Italia, coprendo ben 13 diverse città: la prima settimana, dopo la tappa di Cremona, Andrea sarà a Mantova, Ferrara, Ravenna e Pesaro; con la seconda settimana, invece, il Giro passerà da Milano, Novara, Torino, Asti e Genova. Infine, nella terza settimana, trasferimento in Sicilia per toccare Modica, Siracusa e Catania. Come sempre, in ciascuna città, Devicenzi organizzerà incontro con istituti, scuole e università, dunque con gli uomini di domani.

“Vogliamo rendere i nostri giovani consapevoli delle grandi e incredibili risorse che hanno a  disposizione in questa fase della loro vita per trasformarla ed orientarla al meglio – spiega Andrea – . E insieme anche promuovere un sano e corretto stile di vita attraverso esempi positivi, incentivare tra i giovani la pratica dell’attività sportiva, promuovere lo sport come strumento vitale per il benessere psicofisico, aumentare nei giovani adolescenti la consapevolezza delle proprie potenzialità e potenziare il senso di autonomia. Infine, questi eventi servono pure ad aggregare e promuovere l’integrazione di giovani e famiglie con disagio nel tessuto sociale del loro territorio”.

Devicenzi però è pronto ad organizzare nuovi eventi, tanto che possiamo parlare di un Giro d’Italia Formativo aperto. “Anche quest’anno, grazie al supporto economico di sponsor amici, riusciamo a proporci alle scuole a costo zero, dando così ulteriori possibilità alle scuole di accoglierci ed ai ragazzi di provare questa esperienza formativa che Progetto 22 propone loro. Terminato poi il giro, gli incontri nelle scuole continuerà ovunque venga richiesto, fino al termine dell’anno scolastico a giugno”.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti