Commenta

Piano Neve, Ruberti
attacca: “Minoranze
non collaborano”

piazza-neve-ev

Nella foto la nevicata di fine 2014

CASALMAGGIORE – Martedì scorso alle ore 18 il Presidente della Commissione Urbanistica del comune di Casalmaggiore Pierfrancesco Ruberti, viste le tante novità, ha convocato la Commissione stessa per discutere del piano neve per l’inverno 2015-2016, argomento considerato dalla stessa amministrazione di primaria importanza a tutela della cittadinanza tutta.

Erano presenti, oltre allo stesso Ruberti, anche Uberto Ferrari per l’Ufficio Ambiente, l’Assessore Giovanni Leoni e i consiglieri Silvia Tei e Stefano Stringhini. Come noto il piano neve ha fatto parecchio discutere nei mesi scorsi, in particolare in consiglio comunale: anche per questo stavolta è la maggioranza, nella persona dello stesso Ruberti, ad andare all’attacco. “Erano assenti ingiustificati Maurizio Toscani (Il Listone) e Orlando Ferroni (Casalmaggiore per la libertà), mentre Fabio Chiesa rappresentante supplente per Il Listone gentilmente si è scusato il giorno dopo e ha chiesto informazioni riguardo a quanto discusso, un atteggiamento che consideriamo intelligente e responsabile”.

Tuttavia l’attacco di Ruberti arriva poco dopo. “Questo comportamento delle minoranze fa presumere una chiara indifferenza  all’importanza dell’argomento. Ulteriore conferma è arrivata dal consigliere Calogero Tascarella (Casalmaggiore la nostra casa), che, arrivando con sopportabile ritardo e ignorando totalmente quanto chiaramente esposto nella convocazione, con espressione stupita ha dichiarato: “Ma non si tratta del P.U.T. (piano urbano del traffico)?”. Lo stesso ha giudicato il Piano Neve come un argomento puramente tecnico di scarso interesse politico, giudicandolo non di sua competenza e abbandonato la seduta. Inutili sono stati gli inviti a rimanere da parte del Presidente e dell’Assessore Leoni, con evidente disappunto”.

“Ricordiamo – attacca Ruberti – che lo stesso Tascarella e compagni, lo scorso febbraio in occasione dell’eccezionale nevicata non si sono risparmiati nell’esprimere feroci critiche a sindaco e amministratori, distribuendo foto e proponendo facili soluzioni. Evidentemente la commissione, che in ambito decisionale, dà un carico di responsabilità a chi vi partecipa, purtroppo non dà eguale visibilità rispetto al consiglio comunale, trasmesso in streaming e aperto al pubblico: non ritengo corretto che la commissione venga snobbata in quel modo. Il vero torto tuttavia è stato fatto ai cittadini che forse hanno votato per avere una opposizione costruttiva e non gli show in Consiglio davanti alle telecamere. Alla faccia della tanto militata collaborazione”.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti