Commenta

Riflettori al PalaRadi
è ancora notte rosa:
Pomì – Novara 3-0

pomi-solenne-ev

Foto Sessa

Serie A1, sesta giornata

POMI’ CASALMAGGIORE vs IGOR GORGONZOLA NOVARA 3-0 [25-22; 25-13; 25-19]

Pomì Casalmaggiore: Lloyd 4, Sirressi (L), Gibbemeyer 8, Piccinini 2, Kozuch 14, Stevanovic 11, Tirozzi 6. Non entrate: Bacchi, Cecchetto, Ferrara, Cambi, Olivotto, Rossi Matuszkova. All: Barbolini-Bolzoni.

Igor Gorgonzola Novara: Rousseaux, Bruno, Wawrzyniak, Malesevic 8, Guiggi 7, Cruz 7, Bonifacio, Chirichella 5, Sansonna (L), Signorile 1, Bosio, Fabris 12. Non entrate: . All: Pedullà-Adami.

Arbitri: Omero Satanassi – Gianni Bartolini.

NOTE – 2911 spettatori.

CREMONA – Torna in campo al PalaRadi la Pomì Casalmaggiore: dopo il primo mercoledì europeo, Cremona riabbraccia le rosa che sfidano la Igor Gorgonzola Novara, nel replay delle finali scudetto e della gara inaugurale di stagione, la Supercoppa Italiana. Prima dell’inizio della gara, una bimba con la bandiera francese a mezz’asta ha fatto il suo ingresso a squadre schierate, accompagnata dalle note della Marsigliese: tutto il palazzetto si stringe nel ricordo delle vittime degli attentati terroristici di venerdì 13 novembre a Parigi.

PRIMO SET – Novara si affida subito a Fabris che inizia a martellare: Stevanovic frena il primo scatto ospite. Il botta e risposta porta ad avvicendamenti continui alla guida del set: sull’ace di Signorile, complice ricezione difettosa di Tirozzi, arriva il primo time out: 7-9. Gibbemeyer interrompe il trend piemontese e il successivo lungolinea fuori misura di Cruz, seguito dall’affondo di Kozuch riportano Casalmaggiore a -1, 10-11. Kozuch capitalizza un punto campale e quando Lloyd e Stevanovic alzano il muro le rosa tornano avanti. Sul 16-14 Pedullà richiama le sue. Lloyd magheggia per il 17-16 ma la Igor resta incollata. Gibbemeyer accarezza il 20-18. Tirozzi inchioda il 22-20 e le mani di Stevanovic su Fabris portano in dote il 24-21. Il capitano di casa tuona su Guiggi il punto decisivo: la Pomì conduce 1-0 su Novara.

SECONDO SET – Casalmaggiore attacca meglio ma non riesce a strappare: la Igor ricuce e sorpassa fino alla fast di Stevanovic: 5-5. Kozuch sale in cattedra, anzi in cielo per firmare un paio di punti che permettono alle rosa di andare sul +2. La connessione Lloyd-Gibbemeyer produce l’11-9 e con una sberla di Tirozzi si va al time out sul +3 per Casalmaggiore. Stevanovic è invalicabile: 14-10 con un paio di murate delle sue. Tirozzi decide che è ora di tornare a macinare punti e aggiunge un ace ad una schiacciata: 16-12. La Pomì scappa con Stevanovic (di forza su Signorile) e un errore di Fabris: 18-12 e Pedullà non ha alternative al time out. Le centrali di casa trovano sempre il taraflex: dopo Jole, Gibby fa 21-13 e Pedullà prova ancora a scuotere Novara. Kozuch vale il 23-13 e un’infrazione ospite consegna alle rosa undici set point: si chiude 25-13 con una sparata out di Cruz. Dopo 45’ di gioco è 2-0 Casalmaggiore.

TERZO SET – Novara si gioca tutto partendo decisa: il muro di Guiggi su Kozuch permette alle piemontesi di andare sul 3-6. Muro di Signorile su Piccinini: 5-8. Una palombella di Kozuch sorprende la difesa della Igor: 7-9. Tirozzi e compagne si rimettono in pari sul 10-10 e Pedullà chiede il time out. Le ospiti facilitano il compito alle locali con errori evitabili. Guiggi prova a ridare fiato alle sue ma quando Fabris cestina il bagher del 16-14 per Casalmaggiore si aprono orizzonti nuovi: con Gibbemeyer si va sul 18-15 e alle campionesse d’Italia si prospetta una volata. Piccinini, innescata al meglio da Lloyd, inizia ad essere letale: 20-16. Un paio di cadeau rosa riaprono la porta del match a Novara e Barbolini chiede il time out. Gibbemeyer (due volte) e Kozuch: 23-19. Il punto esclamativo lo mette Stevanovic: 25-19 e 3-0 servito.

Simone Arrighi


© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti