Commenta

Parco di via Corsica,
il prossimo inverno via
ai lavori di abbattimento

parco-corsica_ev

Nella foto l’ingresso del Parco di via Corsica

CASALMAGGIORE – Non vi è ancora una data ufficiale sull’inizio dei lavori che porteranno a modificare l’estetica e soprattutto la funzionalità del Parco di via Corsica a Casalmaggiore, ma le ultime notizie reperibili sull’Albo Pretorio del comune lasciano intendere che tale novità possa essere pressoché imminente. Con una delibera pubblicata infatti nei giorni scorsi, il comune ha reso noto di avere iniziato una indagine di mercato per reperire cinque soggetti che possano poi partecipare alla cosiddetta procedura negoziata.

Tradotto in termini più comprensibili, il comune deciderà nei prossimi giorni a chi affidare i lavori in particolare legati al lotto 1, che riguardano sia l’anfiteatro sia l’area feste. Come noto la spesa complessiva è di 150mila euro, ma per la prima tranche dei lavori l’investimento sarà di circa 60mila euro, seguendo il progetto stilato dall’ingegnere del comune Enrico Rossi. Per la precisione, come si legge, nel documento, quasi 12mila euro saranno destinati ai lavori, quasi 39mila invece al costo del personale, più 8500 euro circa per gli oneri sulla sicurezza.

Un passaggio del documento è il più significativo, perché rende l’idea di quanto l’avvio dei lavori sia vicino: “dato che il parco di via Corsica è particolarmente frequentato dalla cittadinanza nel corso dei mesi estivi – si legge – si ritiene opportuno effettuare i lavori nel corso dei mesi invernali”. Nel prossimo inverno, per la precisione, come si evince da un passaggio successivo che giustifica, essendo i tempi molto stretti, il ricorso alla procedura negoziata senza bando, proprio per snellire le tempistiche necessarie.

La vicenda del Parco di via Corsica affonda le sue radici addirittura negli ultimi mesi dell’amministrazione di Massimo Araldi (era il 1999) e ha portato il comune ad una causa persa in primo grado con tre famiglie residenti in via Pascoli e confinanti con l’anfiteatro, evidentemente non costruito a norma di legge. Onde evitare di proseguire con un bisticcio legale molto rischioso, il comune ha così deciso di procedere con questi lavori, che porteranno ad abbattere le gradinate e una collinetta del parco, smantellando inoltre la copertura del padiglione delle feste. Un restyling che, come detto, partirà a breve, a quanto pare già il prossimo inverno.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti