Commenta

Il Rugby Viadana
saluta il proprio
capitano Santamaria

Santamaria-ev

Nella foto, Roberto Santamaria

VIADANA – Il Rugby Viadana 1970 saluta e ringrazia il proprio capitano e tallonatore Roberto Santamaria che approda dal campionato d’Eccellenza 2015-2016 al Rabodirect PRO12, per giocare con la maglia del Benetton Treviso, team con il quale ha iniziato la stagione in qualità di permit player. L’apporto che Santamaria, in tutti questi anni, ha dato al club viadanese, in termini d’impegno personale prima ancora che agonistico, è sicuramente di grandissimo valore : sono stati anni durante i quali ha lottato, difeso ed amato i colori gialloneri, sempre in prima linea, sempre assumendo le proprie responsabilità, anche come leader. Arrivato da Messina poco più che adolescente, Roberto ha completato il suo percorso nel settore giovanile mostrando da subito quelle doti che poi lo hanno contraddistinto nel passaggio in prima squadra. Leadership, abnegazione e sacrificio, ma soprattutto passione, sono caratteristiche che hanno consegnato al tallonatore tutti i crismi del capitano, responsabilità che ha saputo gestire e sostenere in modo equilibrato e professionale, prima e dopo la parentesi inglese ai Doncaster Kinghts.

“Le sensazioni – sottolinea il presidente Davide Tizzi, in questo sicuro d’interpretare i sentimenti di tutta la tifoseria giallonera – sono quelle di una forte emozione e di un naturale contrasto: da un lato, perdiamo un atleta importante, tanto in campo quanto nello spogliatoio; dall’altro, siamo molto felici perché un nostro ragazzo torna con merito a calcare la scena internazionale da protagonista, come già ai tempi degli Aironi. E’ una grande soddisfazione anche per noi, perché questo significa che la Società ha lavorato e continua a farlo in modo proficuo, cresce giovani di qualità, mantiene vivo il rapporto con le franchigie in un contesto di miglioramento del movimento. Un rapporto con il PRO12 che continua ad essere molto attivo e che mostra quanto Viadana sia una piazza centrale e prestigiosa nel rugby italiano. Personalmente e a nome di tutto il club, auguro a “Santa” di raggiungere tutti i più alti traguardi sportivi e professionali, per questo faremo sempre il tifo per lui, certi che non dimenticherà mai Viadana”.

I gradi di capitano passeranno ad Ian McKinley, mentre il pieno recupero fisico di Antonio Denti e la crescita di Giovanni Scalvi, portano i dirigenti viadanesi a non variare, nell’immediato, l’attuale roster, con l’obiettivo di continuare a puntare su un progetto tecnico focalizzato sui giovani, che – come si vede – porta sempre importanti frutti.

Alessandro Soragna

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti