Commenta

Le Gev hanno
finalmente
una sede casalese

gev-nuova-sede_ev

Nella foto, l’inaugurazione della sede Gev

CASALMAGGIORE – Nella riorganizzazione complessiva degli spazi comunali, ecco che finalmente, dopo sei anni di attività e dopo due differenti sessioni di esame che hanno promosso un totale di 18 Guardie Ecologiche Volontarie a Casalmaggiore, anche questo gruppo ha trovato la propria sede. Dove? Seguendo quasi una continuità tematica, in quello che è stato per anni l’Ufficio Ambiente all’interno del palazzo municipale, collegato da una porta al nuovo Ufficio Bandi Reindustria che è stato inaugurato venerdì pomeriggio alle ore 17, anche se in realtà è sempre rimasto attivo negli ultimi mesi. Le ultime Gev a giurare davanti al sindaco Filippo Bongiovanni sono state Simone Balbo, nella mattinata di giovedì, e poi Luciano Sortino e Massimo Mori, giusto pochi minuti prima dell’inaugurazione della nuova sede. Un ufficio che, come è stato spiegato, sarà aperto alla cittadinanza il giovedì dalle 9 alle 11 e dalle 16.30 alle 18, per uniformarsi anche all’apertura degli altri uffici comunali, e il sabato dalle 10 alle 12, momento di mercato settimanale in piazza Garibaldi e dunque con molti cittadini in pieno centro. All’inaugurazione erano presenti, oltre al primo cittadino, anche il presidente del consiglio comunale Marco Micolo, il consigliere con delega all’Ambiente Stefano Stringhini, il consigliere con delega alla Golena Orlando Ferroni e Uber Ferrari dell’Ufficio Ambiente. Nei prossimi giorni giureranno davanti al sindaco anche Settimo Casella e Luca Benelli e dunque il corpo delle Gev di Casalmaggiore, che ha iniziato il proprio percorso sei anni fa, conterà come detto 18 effettivi più 4 volontari, non guardie giurate, ma comunque preziosi nel loro contributo. L’intenzione, rimarcata da Carlo Gardani, capogruppo delle Gev, è quella di continuare ad aiutare il comune e le varie associazioni nel servizio di sicurezza (prossima tappa, la Maratonina di Santa Lucia), cercando però di essere ancora più vicini ad operazioni che riguardino da vicino il dato ambientale. Intanto, come detto, il comune di Casalmaggiore riorganizza: dopo che in estate Ufficio Tecnico e Ufficio Ambiente avevano già traslocato nel palazzo Ex Pretura al piano sopraelevato, nelle ultime ore dopo una profonda pulizia e rinfrescata ai locali, l’Ufficio Tributi è passato al piano terra del comune, sotto il portico, assieme al nuovo Centro Servizi al Cittadino con il servizio polifunzionale e tutor. Il vecchio Csc rimane dunque nello stesso spazio ma soltanto con i servizi di stato civile, anagrafe e servizi demografici.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti